Apr201218

Il narcisista perverso.Gli uomini che amano poco riconducibili alla categoria del “narcisista perverso” sono tra quelli che procurano il maggior numero di sofferenze. Il narcisista perverso utilizza le donne come fonte di conferma di sé, le seduce e le lusinga e poi, quando sente che il si è creato un legame d’amore, tende ad abbandonarle. Le telefonate si diradano, le scuse con cui il narcisista perverso si nega diventano sempre più fantasiose e talvolta si fanno assurde. Egli cerca comunque di mantenere un’immagine pulita e positiva, e si concede di tanto in tanto pur di mantenere viva la dipendenza della partner.
Il vero problema del narcisista perverso consiste con ogni probabilità nella ricerca della donna perfetta. Perciò nessuna amante sarai mai abbastanza per lui, anche quando dovesse esaurire tutte le proprie energie nel tentativo di conquistarlo. La frustrazione di questi uomini che amano poco è continua e pressoché ininterrotta in quanto sono destinati a sentirsi soli in un mondo di aliene ammaliatrici e seduttive, dalle quali si sentono minacciati.
Le rare volte che il narcisista perverso entra in un rapporto durevole lo fa con grande slancio ed entusiasmo sopra la media, ma diventa in poche settimane algido e distante, si lascia andare a malumori che sfociano in veri e propri sfoghi di rabbia, e ha un atteggiamento ipercritico verso la compagna. “Devi dimagrire”, “Vai in palestra”, ” Quella camicetta ti sta male”, “Abbassa la voce, sei stridula”, ecc., sono alcune frasi tipiche di questi uomini. Seguono le “fughe”, appuntamenti mancanti, telefoni spenti e, dulcisinfundo tradimenti che però verranno sempre tenuti segreti.
L’ultima caratteristica del narcisista perverso è la sua riluttanza a chiudere definitivamente una relazione. Anche quando il rapporto viene cessato di sua iniziativa, egli finisce per cercare una qualche forma di contatto con le proprie vittime.
In ogni caso, per questi uomini che amano poco le donne sono solo pedine disposte sulla scacchiera di un gioco noioso.

Come riconoscere un narcisista perverso? Oltre allo smodato interesse per l’esteriorità propria e altrui, per gli status symbol e per il denaro, questi uomini si distinguono per il fatto che di propria iniziativa tendono a dare molto, sono generosi e disponibili (solo nella fase del corteggiamento, però, dopo diventato astuti nel rifiutare l’invio di un solo sms) ma si rifiutano di accontentare anche la più piccola richiesta. Quando gli viene chiesto di fare qualcosa (qualcosa che magari avrebbero comunque fatto spontaneamente) si irrigidiscono e trovano delle scuse per non eseguire ciò che a loro suona come un ordine, un tentativo di usurpare il loro “potere”.
Ciò che all’inizio della relazione ammalia le loro partner è proprio la tendenza a essere propositivi e fantasiosi; questo aspetto viene erroneamente scambiato per “amore” dalle ignare compagne. In realtà, l’eccesso di iniziativa è un modo per controllare e soggiogare l’altro (se propongo io, mantengo il controllo – tolgo a te degli spazi d’azione). Non è un caso che alla fine della storia le donne di questi uomini che poco “scoprano” di sentirsi manovrate, maneggiate come burattini e avvertano di aver subito dei cambiamenti, compiuto delle rinunce di cui non si erano accorte al solo scopo di confermare il volere del loro compagno.

(tratto da blog THERAPY. Psicologia e psicopatologa dell\’amore ai tempi di internet – Enrico MAria Secci)

161 commenti

  1. meddi ha detto:

    io sono stata per 4 anni con un narcisista. Che trauma quando ho scoperte le sue varie vite…ma non lo riconosco molto in questa descrizione. Per 4 anni mi chiamava 2 colte al giorno, ha sempre detto di amarmi etc…E’ vero che comunque ci si vedeva solo quando decideva lui. Fisicamente non si curava più molto. Adesso purtroppo ci sentiamo ancora, io non riesco a farmene una ragione. Comunque so che ha iniziato un percorso da un analista. Almeno gli sono servita a qualcosa, adesso devo capire cosa è servito lui a me.

  2. una vittima ha detto:

    Salve, sono stata 5 anni con un narcisista perverso, tutto ciò che è scritto nell’articolo e esattamente riscontrabile a ciò che ho vissuto. Attenzione a queste persone vivono di immagine come una bella scatola, ma dentro metà e vuota l’altra metà è fango. Esistono e amano solo loro ma sono bravi a seduti e a plagiarti senza fartene accorgere.

  3. solidarietà femminile ha detto:

    Assolutamente scritto con precisione e verità. Purtroppo io ci sono stata per 8 lunghi anni, ma finalmente ora ho tutto chiaro e piano piano, con moltissima sofferenza, ne sto uscendo ( con l’aiuto di un psicologo ). Tanta tristezza e amarezza…perchè lo amavo tanto !

  4. mamma single ha detto:

    anche io sono stata co un narcisista due anni e mezzo……mi ha ammaliato “fingendosi” il padre perfetto del mio bambino di soli tre anni e si è mostrato pieno delle qualità che io amo negli uomini….poi piano piano si è sgonfiato come un palloncino. Non stiamo più insieme da tre mesi e lui è proprio in quella fase in cui ciclicamente si fa risentire per esercitare il controllo. Io però sono davvero stufa. Ho trovato la forza di lasciarlo e troverò la forza per mettere questi ultimi e definitivi confini.

  5. GG ha detto:

    Anch’io ho avuto una breve relazione con un narcisista e per me è stata devastante. Ha minato completamente la mia capcità di determinazione. Deresponsabilizzante al massimo, qualsiasi cosa era sempre colpa mia. Ha avuto la capacità di proiettare su di me quelle false illusioni che mi hanno conquistato, ma, una volta capito che erano solo bugie, il suo allontanamento è stato crudele e disumano. Per me è tuttora molto faticoso staccarmene … per la scissione dicotomica dei suoi comportamenti (amore e odio)

    • celine ha detto:

      Ciao!infatti io soffro questo!Bastone e carota…mi sentivo amata poi il nulla avevo paura di parlare per non contraddirlo e se mi comportavo ‘bene’ai suoi occhi erano baci e abbracci.É doloroso per me immaginarlo con un’altra che non mi voglia più. Che non senta l’esigenza di chiedermi come sto.Mi ha lasciata due mesi fa dopo tre anni e solo a giugno mi disse di amarmi poi uscii con un mio amico lui mi vide e chiuse.Due mesi di silenzio.Ho sofferto troppo e l’unica consolazione sono questi forum e libri sull’argomento per essere più. Forte.

      • Elak ha detto:

        Elak
        Ciao ! Io sono nella tua stessa condizione psicoloca.. 4 anni insieme e 6 anni a sentirci e vederci..io con la speranza di poterlo riavere e lui invece…evidentemente no : dopo questi 6 anni mi ha detto che frequenta un’altra persona e che io ho sbagliato ad illudermi perche’ lui non e’ mai tornato da me ma mi ha semplicemente trattato NORMALMENTE ( viaggi, natale e un sacco di cose insieme …normalmente..bah ). Comunque ti comprendo..e’ dura dura dura..trovare una via e’ diffile ..speriamo di farcela. Un saluto.

      • ornella so ha detto:

        Ciao ho letto sul narcisista vorrei parlare com tw 3398679946 sto msle

        • mara ha detto:

          Io ne sono uscita con grande consapevolezza grazie a tanti anni di conoscenza dei narcisi perversi tanto male. Ma ora ho sono rinata e lo vedo insignificante di tutto perché non puoi considerare un essere umano chi ma chi non c’è. Ascoltate mi tutto passa basta volerlo uscire dalla prigione che sta nella tua illusione.

        • Tiziana ha detto:

          Io la sto passando è terribile ho tentato anche il suicidio 2 volte,tradita moltissimo umiliata con parolacce indescrivibili,massacrata di botte per aver scoperto la sua doppia vita,donne normali trans prostitute tutto

          • Claudia ha detto:

            Anche il mio mi colpevolizza di tutto mi fa sentire un essere abbietto e ho scoperto foto sue in atti sessuali PASSIVI con trans. Si èfatto pure fotografare in macchina con il coso del trans in bocca. E si èfatto travestire da coniglietta bianca con le autoreggenti mentre striscia in terra e il trans con la frusta in mano. E io insieme a uno cosi ci sto ancora. Èlui che mi sta lasciando perche mi lamento che ètroppo freddo

      • ali ha detto:

        ciao celine! mi ritrovo perfettamente nelle tue descrizioni. bastone e carota. se facevo la brava,avevo il premio..sono stata lasciata ieri.senza una motivazione reale. solo perché gli ho raccontato dei miei fidanzatini a liceo…ovviamente dopo sua richiesta…ho bisogno di contattarti in privato.. sono a pezzi.distrutta…

      • Fadei ha detto:

        Lamtua storia e identica alla mia sia nei tempi che modalita mi hai fatto venire i brividi.
        Il brutto di queste persone e che tornano, tornano ininterrottamente . Io sono seguita da uno psicologo oerche i pensieri che fai tu erano x una malattia stavo impazzendo. Ora sto in po meglio ma a volte ritornano nell anima.

  6. donna più consapevole ha detto:

    ora sto guardando avanti verso un futuro migliore io sono reduce di ciò che per me era tutto nella vita mio marito dal quale ho avuto 3 figlisembrava che anche per lui la famiglia era tutto invece faceva la sta doppia vita purtroppo lo scoperto solo dopo la nascita della ultimo meglio è crollato il mondo grazie ai miei figli non sono crollata io anche se tanto manno visto piangere,quando tutto è tenuto a galla lui sì è mostrato per quello altra parte di lui aggressivo cattivo e tanto tanto peggio secondo lui dovevo accettarlo così,dopo un anno riesco a vederlo per quello che è e che mi nascondeva mi ha ancora tante mentito spezzando del tutto il mio cuore,ho 3 figli con lui ed è dura perché insiste a dimostrami che è cambiato ma non gli credo una parola ho paura che scompare per i bimbi per quasi un anno riesco è venuto poco niente perché lui era la vittima

    • ale ha detto:

      ciao, come si comporta con i figli? Il mio ex marito (separati da 2 mesi) li chiama in continuazione e vuole che stiano sempre con lui…E’ snervante, tanto più che prima pretendeva che me ne occupassi io dal momento che lui doveva “lavorare” con le sue colleghe!!! Come possiamo proteggere i bambini?

      • katia ha detto:

        Ciao, purtroppo un PN non cambia e non cambierà mai, fin a quando trova la nuova vittima continuerà ….s allontanata dei figli per dopo cercarle di nuovo, troverà mille scuse per convincere tutti che la vittima è lui perché si sentì vittima, destabilizzando così te e i bambini, purtroppo la legge non prevede l allontanamento e penso che noi donne dobbiamo alzare la voce per il bene dei nostri figli, la presenza d un papà PN nella vita dei bimbi non po che farli del male

    • virginia ha detto:

      quando ho lasciato il padre di mia figlia per responsabilita evidenti e gravi lui come sempre ha fatto la vittima,non veniva mai a trovare la bambina…ci sono tornata ma non mi fido… sto per troncare…e’ difficilissimo perche l altra parte di lui manifesta un amore grande..molto a parole meno con i fatti…ma comunque prima o popi riesce fuori sempre la sua crudelta

  7. chiara ha detto:

    vanno cassati subito. se lucifero è davvero esistito era un narcisista perverso. ne ho incontrato uno, ringrazio l’informazione che ho trovato sul web che mi ha permesso di riconoscerlo, smascherarlo e disarmarlo anche in breve tempo. più a lungo si rimane nella relazione e più difficile è poi riuscire ad uscirne! l’aspetto più destabilizzante del narcisista è che torna, torna sempre a cercarti. ti molla o ti provoca e poi ti cerca, all’infinito. vuol vedere quanto è bravo a riprenderti, il periglio lo eccita. e ti mette in attesa, vivi nel sogno del suo amore che finalmente ti darà, intero e grandissimo, il premio finalmente per te se sarai degna di lui. è il pattern del narcisista. io l’ho fatto scappare fingendo di accettare di rivederlo un’ultima volta e invece gli ho fatto uno scherzo, innocuo, ma atroce per il personaggio: una figuraccia pubblica. non mi ha più cercato e nell’essere stata io a fargli del male mi si è rotto qualcosa dentro per sempre, soprattutto la tentazione di ricaderci – se mai lui ne avesse il coraggio.

    • maria ha detto:

      Ciao, ho letto con attenzione il tuo commento e mi sembra di rivedermi. Ho purtoppo avuto una relazione con un tipo cosi’. Ci siamo conociuti su FB, per l’hobby in comune. Sposato con due figli e a suo dire matrimonio in crisi. Da quando gli ho comunicato che avevo programmato una vacanza in sicilia dove abita, ha iniziato a corteggiarmi anche in maniera spinta con allusioni erotiche. Mi ha ammaliato con frasi eleganti e provocanti. Per tre mesi é andata cosi’ ma già in chat alternava momenti di interessamento e momenti in cui non si faceva vivo oppure mi contattava ma con frasi secche e schive. Del tipo che mi chiama dalla nave verso palermo e mi dice:”un anticipo per quando ci sarai tu”. Poi inizia a fantasticare sull’idea di stare insieme sulla nave, del portarmi in cabina e chiudere la porta a chiave cenetta fugace e poi…. Poi mi dice: “sonno vado in cabina, a domani”. E stacca mollandomi nel bel mezzo della conversazione. Quando poi sono arrivata a palermo mi viene a prendere al porto mi fa fare un giro in macchina per la città, mi offre la colazione in un bar, mi accompagna nell’appartamento che avevo affittato. Gentilissimo e pieno di attenzioni. Poi all’indomani si fa vedere lungo la giornata per brevi flash facendomi capire che é superimpegnato. Mi invita a casa sua a mangiare la pizza, con la sua famiglia.La mattina seguente viene a prendere il caffé a casa all’alba. Ci baciamo ma la visita é sempre flash, dieci minuti e se ne va. Poi il silenzio. Lo contatto e non risponde a telefono gli mando messaggi e niente. Mi contatta lui come se niente fosse. Gli dico ma che fine hai fatto? Lui: eh, giorni di fuoco questi. Ed io: quando ci vediamo? Lui: non lo so, ti aggiorno. Io seccata gli dico: senti se non sei interessato a me basta dirlo. e lui, non é questo. Mi parla del fatto che lo rende perplesso la lontananza, che non ha molta possibilità di muoversi, che deve essere cauto…in nove giorni che son stata a soggiornare a palermo l’ho visto all’arrivo il giorno dopo e poi nulla. Si nega a telefono, e non risponde ai messaggi. Era per sfogarmi, sono a pezzi, ciao.

      • virginia ha detto:

        scusa ma moglie e figli non li consideri proprio tu?viva la solidarieta’ femminile come al solito…e nel tuo caso forse e’ anche un po meritata la sofferenza che provi vista quella che arrechi ad altri anche se inconsapevoli

      • Tessy ha detto:

        Ciao cara,

        Vorrei essere tua amica, il mio nome è Miss Tessy Annan ho visto il tuo profilo e divenne l’interesse ad avere una conversazione privata con voi.Così sarà come voi a scrivermi indietro attraverso il mio indirizzo email…(tessyannan1989@hotmail.com) che vi dirà di più su me stesso e più delle mie foto per farvi sapere chi sono. Non sono sempre online per alcuni motivi personali, ho qualcosa di molto importante discutere con te è molto vitale, vi prego di contattarmi direttamente al mio indirizzo email.(tessyannan1989@hotmail.com) per maggiori dettagli su di me. Spero di vedere presto, vostra risposta
        Migliori saluti.

        Il tuo nuovo amico,

        Tessy.

      • ali ha detto:

        chiara,maria celine…io mi ritrovo perfettamente nelle vostre descrizioni..ieri sono stata mollata.,molto probabilmente definitivamente. sono a pezzi.ho bisogno di essere aiutata.. il contenuto del messaggio:” senti non cercarmi piu’da questo momento non ricevero’piu’i tuoi sms.ho bloccato il tuo num e ho cambiato indirizzo mail.ognuno per la sua strada.non mi sento bene.basta! per il bene di entrambi,e’ meglio concludere qua,far finta che nn sia successo niente”. il giorno prima mi manda ennesimo bouquet di fiori. la mattina prima della tragedia mi racconta di quanto mi ama,della vita che immagina con me,del desiderio di avere un figlio da me,del fatto che nn dorme a causa mia,del fatto che lavora,costruisce per me. io nn capisco ragazze…oggi presa dalla disperazione ho scritto su Google: uomo che scappa per paura di legarsi. perché questo la sera prima mi ha confessato….paura di legarsi ad una persona.paura di perdere il controllo della propria vita,paura che qualcuna possa condizionare la sua vita,paura di amare. ho cliccato e ho letto “uomo narciso” sindrome dell’uomo narciso,e ho iniziato a leggere. E’ LUI! e’ la sua descrizione. cura molto l’immagine.soldi a valanga. cura della sua salute .paura di ammalarsi.estrema cura nel vestire. mi chiedeva sempre come fossi vestita…ieri e’stato di una crudelta’estrema.perche’? perché gli ho raccontato dei miei fidanzatini al liceo,ovviamente dopo sua richiesta. ha cancellato tutto in 2 minuti scrivendomi:”non credo di poterti stare vicino.non sono io la persona che ti puo’star vicino”. ma cosa ho fatto? mi diceva sempre:” NESSUNA PUO’AMBIRE A ME.TU VORRESTI AMBIRE A ME?” ECCO QUI…IL VERBO AMBIRE…QUI VIENE FUORI LA SUA ESSENZA NARCISISTA. ” bastone e carota.se farai la brava avrai il premio”. sono a pezzi. distrutta. ho bisogno di essere aiutata. io lo amo ancora. ieri e’ stato sprezzante,crudele. in questo periodo di relazione,io avevo sempre paura a parlare.dovevo sempre pesare le parole per paura di urtare la sua suscettibilita’. abbiamo sempre discusso.e all’ inizio mi cercava sempre lui dopo i famosi 3 giorni di silenzio tombale…ora si fa negare.ora io sono morta per lui. ma come e’ possibile,il giorno prima mi manda i fiori,la mattina prima prospetta una vita con me,ed ora la fine di tutto? per cosa poi?io nn ho fatto niente…sono finita senza di lui

        • Flora Grifalconi ha detto:

          I narcisisti perversi spesso e volentieri sono figli di donne rigide ed anafettive..non riescono a comunicare in modo fluido nelle relazioni che instaurano…hanno la tendenza a prevaricare e a manipolare…l’unica cosa da fare è staccarsi da loro emotivamente….essere fredde e sprezzanti come le loro madri patologiche…solo così..ritornano ma se non vanno in terapia …la relazione d’amore praticamente diventa inesistente perchè fondamentalmente sono incapaci di riconoscerla..

    • rita ha detto:

      Ciao,da due mesi,ho lasciato il padre del mio terzo figlio,mi ha sempre detto,bugie,l ho sempre perdonato ma ogni volta dopo un paio di settim ritorna ad essere la persona di sempre,nega tutto,anche davanti l evidenza,adesso come tutte le volte precedenti mi chiama mille volte al giorno,ogggi con maggiori scuse visto che abbiamo un bimbo,di tre mesi piange,dice che l ho abbandonato,che se non torno,con lui è perché mi interessano,altri. Uomini,poi spesso è. Dolce e premuroso,altre aggressivo, e instabile ,continua a dirmi che stavolta è davvero cambiato,io lo amo ma se ripenso a tutto ciò. Che,ho passato ho troppo dolore dentro,quando sono rimasta incinta dopo nemm due settimane ne ha combinate di tutti i colori,prima desiderava questo figlio,poi diceva che per dei problemi. Che erano sorti dovevo abortire,non si occupava di comprarmi i farmaci,non mi faceva mai uscire ,e più. Volte mi ha risp:pensa a crescerti i figli,che non sei l unica ad averne tre,spesso,mi ha alzato le mani anche gravida ma lui nega,adesso mi sottopone a continue crisi di gelosia ,se non l accontento quando mi dice di voler venire fa’di testa sua…continua a farmi sentire,in colpa su tutto..cosa devo fare??da qualche settimana sto ‘davvero male,mi sento bloccata e condizionata…

      • virginia ha detto:

        anche io da sei anni mi sento in colpa su tutto..anche quando oggettivamente non c e nulla di sbagliato in quello che faccio…non hanno una coscienza questi soggetti…mai una volta che l avessi visto assumersi una responsabilita morale

      • luli ha detto:

        Mi dispiace. So cosa hai provato. Quanto dolore e quanta confusione. Io mi sono allontanata. Ma faccio ancora fatica dopo un anno e mezzo. è come se fosse ancora dentro di me.è un percorso lungo e faticoso. Ma ne vale la pena. Non dargli più credito. Dai valore solo a te. Loro non cambiano. Tieni il potere in te non lasciarlo a lui o sarai sempre in sua balìa.

      • Fanny ha detto:

        Dimenticato. Io in questa situazione ci ho vissuto per 20 anni… ma non è ancora cambiato nulla. Adesso grazie al web ho le idee più chiare.. ma prima… 20 annifa quando ero giovanissima e fino a 2/3 anni fa che ho.preso consapevolezza ho sofferto tantissimo . E non capivo perché. Perché il mio amore veniva ricambiato con cattiveria e offese.. e soprattutto se non mi amava perché non mi lasciava?.. io a lasciarlo non ci sono mai riuscita. Adesso lo combatto… reagisco… ma non è una vita sana… e non sono felice… spero ogni giorno di riuscire ad allontanarmi da lui… ma sono ancora qui. Però.. . Ora so che non ho colpe… e so che non lo amo più. Non si può amata chi ti fa del male Quindi sono ad una svolta di vita

    • Claudia ha detto:

      Ciao Chiara, mi rispecchio molto in te.. Io mi sono resa conto dopo soli due mesi esatti dal nostro incontro, del fatto che il mio bell’uomo in carriera, dall’intelligenza fine , in realtà era un mostro. il mio inconscio me lo urlava, attraverso sensi di vuoto, attacchi d’ansia, terribili incubi mentre gli stavo sdraiata affianco.. l’ho lasciato da qualche giorno grazie alla consapevolezza, a google, agli amici ed a una furiosa lite a causa di una lavatrice impostata male..che poi si è legata ad una sigaretta di troppo fumata, e ad una dimenticanza del titolo di un film e….molto altro! solo a pensarci rabbrividisco, ora lui mi cerca, io gli rispondo con rispetto verso me stessa, ma anche verso di lui. convinta che imparerò qualcosa anche da questa deludente e assurda esperienza. Ad un certo punto ti senti in un labirinto e anche quando fai la spesa, ti senti insicura (oddio gli piacerà? criticherà? sto spendendo troppo? i miei soldi oltretutto!) più scrivo e più mi faccio forte sull’assurdità di questi rapporti. mi viene da ridere. l’ho smascherato.. e ora lui implora a suo modo di vederci.. chissà, non mi illudo di fargli capire nulla, ma forse mi va’ di fare la parte della cattiva, dato che ho in pugno il suo segreto…forse.

  8. Glenda ha detto:

    dodici anni e solo ora mi rendo conto che mai cambierà, ora che ho distrutto la mia dignità infinite volte, ho paura di rimettermi in piedi per poi ricascarci e rientrare nell’inferno.
    come una morte lenta…

    • Ema ha detto:

      Vivo ancora nell’incubo ho lasciato un marito e due meravigliosi figli dopo 15 anni di matrimonio a cui ogni anno davo un valore infinito per inseguire un ragazzo di quasi 10 anni più piccolo ed è un narcisista perfetto, tradimenti umiliazioni e soprusi a volontà alternati a momenti di estrema dolcezza e grande ricerca di me…Se per caso prendevo la scelta di lasciarlo lui non esitava ad uscire con altre e io torno per gelosia,,,un aspetto del mio carattere che mi ha sempre creato problemi! Mi importa di più del fatto che lui da libero esca con altre che dai tradimenti che comunque tendenzialmente fa. Ora aspetto un figlio suo e il pensiero di avere pure un legame a vita mi terrorizza non lo voglio come patner ormai per me è l’immagine di lucifero ma non riesco a staccarmi nonostante io tenga ancora molto al mio ex marito e senta ancora fortemente come unica famiglia quella con lui la famiglia che ho perso.

    • Fanny ha detto:

      Si…. hai usato il termine più adatto.. UNA MORTE LENTA…. ti 12 anni io 20. Sono una persona solare che da tanto agli amici e ho dato tantissimo a lui. La mia vita direi e 2 splendidi figli che forse lui non è mai riuscito ad amare. Questa la mia sofferenza più grande. Aver trasportato il mio soffrire pure ai miei figli. La mia consapevolezza di ciò che lui e ce l’ho da un paio di anni… prima continuavo a chiedermi perché… dobbiamo trovare la forza di andare via o accettare che questa morte lenta ci consumi. … ed io penso che una fetta di felicità ci spetti. Loro non cambieranno mai perché non possono. Ma basta anche giustificarli. Non hanno diritto di farci tanto male per soddisfare le loro necessità.. .

      • Luna ha detto:

        Ciao… Anche io venti anni buttati. Ne avevo 15. Continui tradimenti e traumi. Ma me lo sono sempre ripresa quasi come se mi sentissi felice e lusingata dalla sua scelta. Poi però stavo male.. Ansia attacchi di panico e autostima sottoterra. Quest anno dovevamo andare a vivere insieme… Mobili… casa… Quanti soldi buttati.. Io ero inquieta però… Angosciata… Lui era più nervoso del solito… E gli attacchi e le violenze verbali erano peggiorate… Erano venti anni che desideravo farmi una famiglia con lui… Una casa… Ed ora ero inquieta… Perché? Una sera mi ha accompagnato a casa ed una vocina dentro me mi ha detto di aprire gli occhi. Non riuscivo a lasciarlo e dovevo vedere la verità. Ho preso la macchina e l ho seguito. Aveva un altra! Allibita… Tradita di nuovo… Lui che mi tartassava che ero rimasta bloccata nel passato dalle mie paure infondate… Che dovevamo andare a vivere e finire la casa… Quanti soldi ho speso… Mi sono fatta pipi sotto in macchina tornando a casa. Il giorno dopo ero felice di poterlo finalmente lasciare… Avevo la verità e la motivazione in pugno. Quando gli ho detto che lo avevo smascherato gli si sono gelati gli occhi. È cambiato lo sguardo… Sembrava cattivo… Mi ha detto brava e adesso che hai concluso… Io non l avrei vista più se andavamo a vivere insieme… Io sempre più allibita sono andata via. I giorni dopo il silenzio… Quasi snervante… Perché non mi cercava? Perché non mi chiedeva scusa? L ho chiamato e non rispondeva… Poi mi manda un messaggio che stava al cinema con lei e non poteva rispondermi… Diomio! Un mostro ero avvilita… Persa… Finita… Cancellata… Gli ho detto ma i mobili la casa il prestito… Cosa dobbiamo fare? E lui ma che ne so io adesso non voglio sapere niente… Non riuscivo a mantenermi in piedi… Ho passato il primo mese e mezzo a messaggiarlo e più mi diceva prenditi una camomilla più io mi innervosivo… Gli ho chiesto di vederci a casa nostra e per riprendermelo mi sono concessa ad un rapporto sessuale squallido… Freddo… Perverso. Dove in quel momento credevo di averlo riconquistato… Ed invece si è rivestito ed è andato via che aveva da fare… Dicendomi che non dovevo illudermi… Che non voleva un altra chance… E che la vita nuova forse non gli dispiaceva… Una catapulta… Piano piano ho cominciato a soffrire ogni giorno in maniera diversa… A lavoro non mi concentravo… Un casino. Sono dimagrita… Un vero casino. L ultima volta che l ho visto sono andata sotto casa sua… Era più umano.. Mi aveva concesso un dialogo… Ma poi ha guardato l orologio che doveva andarla a prendere… Sono tornata a casa distrutta… Non dovevo cercarlo più. Mi sono venduta tutti i mobili… Ma alcune cose le ha volute e anche sua madre che mi vuole bene lo ha convinto a darmi parte dei soldi. Non l ho cercato più ed ho cominciato ad uscire di nuovo… Panico e felicità continuano ad alternarsi… Non capisco… Ora sono due giorni che mi scrive… Che sono una donna straordinaria che ora come ora capisce molte cose… Io ho paura… In passato avrei fatto salti di gioia ma mi tremano le gambe dalla paura.. Vorrei che non tornasse più.

  9. susanna ha detto:

    sono due volte vittima. Prima un familiare convivente, poi ne ho sposato uno. Sono scappata da entrambi quando sono arrivati alle sevizie, agli abusi. Porto con me ogni giorno i loro fantasmi, e vivono nei miei incubi peggiori. Ho subito danni fisici e psicologici irreparabili. Uno è già trapassato (per vecchiaia) ma non mi sono sentita sollevata, solo di nuovo in colpa. Ogni sera, quando mi corico, mi chiedo se in giorno sarò come loro. E piango.
    Susanna

    • Mestessa ha detto:

      Susanna no. Non sarai come loro. Non sei come loro. Nel tuo pianto, c’è la verità del tuo amore che splende. E il mondo ha bisogno del tuo amore.

  10. tanya ha detto:

    Ciao! Anch’io sono in una relazione cosi,ma ancora non sono sicura,forse non voglio vedere.
    siamo da 6 anni insieme,da quando sto con lui sono completamente cambiata.Niente piu amici, niente piu vita sociale,tutto per colpa della sua gelosia.Lo lasciato un paio di volte,sapevo che non era la persona giusta,ma ogni volta e riuscito a trovare buone scuse,tante promesse ed io una speranza che cambierà.
    E riuscito a convincermi anche di lasciare il mio paese insieme a lui, con l’illusione che staremmo meglio,che avremmo un futuro insieme,che saremmo felici, e cosi non è stato e non lo è,nemmeno oggi.
    Adesso non lavoro, sono lontana da casa, non ho amici, e lui e sempre fuori casa per lavoro o altre cose. Ciò provato a cercarmi un lavoro, ma lui regisce sempre malissimo, me lo fa capire solo con lo sguardo non ha piu bisogno di parole, per manipolarmi. Mi fa sentire in colpa anche se vado al supermercato con lui e guardo le persone negli occhi, cosi ho sempre lo sguardo basso. MI SENTO UN STUPIDA, MA NON CI RIESCO A GUARDARE NESSUNO.E PIU FORTE DI ME QUESTA PAURA E SENSO DI COLPA.
    Poi ci sono i cambiamenti d’umore,si sfogga con me oppure vicino a ma,sbattendo le cose, dicendo parolace e altre cose brutte.
    Negli ultimi sei mesi ho lavorato con lui, e stato bello al inizio ma dopo………un agonia ogni giorno.
    Per lui e normale tutto questo, da colpa alla situazione finanziara,al lavoro ma io non ci sto piu al suo gioco quindi mi sono allontanata da lui, faccio le mie cose,parlo poco tanto vuole parlare solo lui essere ascoltato, dormo da sola……mi sono stancata di esserci sempre solo quando ha lui voglia, solo quando ha bisogno.
    Per adesso ho iniziato ad andare dallo psicologo, il prossimo passo e di andare via, spero di farcela.
    Non so se gli dirglielo che vado via per sempre, oppure che vado per una piccola vacanza, abbiamo cose che abbiamo comprato insieme, non vorrei lasciarle a lui.
    Potrebbe accettare la separazione? oppure c’è il rischio che può diventare violento?
    Ciao a tutti!!!!

    • Lucy Rocha ha detto:

      Cara, lascia tutto indietro se puoi e vattene. Se glielo dice diventerà sicuramente violento. Il mio mi ha rotto le dita, mi ha picchiata quando ha capito che dopo 4 anni non ce la facevo più e me ne stavo andando. Sono tornata a prendere i miri gioelli e mi ha quasi uccisa. Sono scappata dal mio paese per non avere a che fare con lui, per non vederlo e non sentitlo. Scappa e riprendi subito la tua vita. Dopo 6 anni, i segni che ti avra lasciato saranno indelebili. Scappa, scappa, scappa.

    • Edera ha detto:

      Scappa prima che puoi, ma non dirlo…quando ha capito che lo stavo lasciando mi ha quasi uccisa, mi stava strangolando!con lui non è’ vita…ci vorrà’ tempo ma riparerai a vivere…io ci sto provando, il suo pensiero ancora mi tormenta un po’, ma ho ripreso a vivere con amici, alcuni che pensavo di avere perso per sempre, altri nuovi, familiari ecc. L’unica cosa che mi riesce difficile accettare e’ di avere vissuto con un uomo che mi ha solo detto menzogne e che non mi ha mai amato, a volte sento che avrei bisogno di un risarcimento per 9 anni persi dietro a lui, un pentimento, delle scuse sentite, ma sento che non avverranno mai purtroppo…mi rimane solo un po’ di amarezza, ma tutta la vita davanti fortunatamente, soo contenta perché’ sono viva!

  11. Elisa ha detto:

    Credo di averlo smascherato proprio ieri sera, una relazione freschissima. Conosciuto 3 settimane fa, bellissimo, intelligente, gentile, educato, mi ha corteggiato come nessuno ha mai fatto. Un vero principe, mi ha adorata dal primo momento, frasi meravigliose, intense, sempre presente, messaggi, telefonate, non vedo l’ora di vederti, non vedo l’ora di sentirti, sei la mia principessa….
    Dopo 2 giorni già dormivamo insieme, già aveva lasciato da me il suo spazzolino da denti.
    Ero al settimo cielo, una storia da film.
    Dopo due settimane, da un giorno all altro, è cambiato dal giorno alla notte.
    Non scrive, non telefona, frasi asettiche, atteggiamento distaccato, vago, misterioso.
    Ho pensato a qualche problema di lavoro, o semplicemente un periodo no….poi su internet ho trovato la descrizione del narcisista.
    E ho aperto gli occhi.
    Sono sgomenta e sconvolta, mi viene da vomitare da giorni per questo cambio di comportamento, davvero inspiegabile, ma forse la spiegazione è proprio questa.
    Purtroppo per me 3 settimane sono bastate per perdere la testa per lui, e la sofferenza che provo è enorme….ma ora devo solo avere la conferma di ciò che sospetto.
    Sono pronta al no contact, già cominciato, adesso si tratta solo di aspettare.
    E poi scappare subito!

    • Sabrina ha detto:

      Elisa, scappa dammi retta. Il mio ha fatto uguale, poi finita la conquista voleva solo manipolarmi. Fuggi, fuggi da lui. Fidati di me.

    • Cinzia ha detto:

      Ciao Elisa, conosco il dolore lancinante di questa esperienza,ma nel leggerti ho pensato magari fossero trascorse anche per me solo 3 settimane …. avrei meno brutti ricordi e forse più energie per ricominciare a vivere, loro ti tolgono tutto anche la voglia di vivere !!!!

      Scappa Elisa, SCAPPAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!

    • Susan ha detto:

      Ciao Elisa, la stessa cosa è successa a me, ma non così presto, lui è cambiato dopo un anno, si, prima vedevo che c’era qualcosa di non logico nel suo comportamento, ma era poco e niente, poi ha iniziato a comportarsi come il tuo, va avanti così da 4 mesi e io sono diventata uno straccio. Più si sta vicino a questi individui e più è peggio. Ci siamo lasciati parecchie volte ma poi, aveva paura di perdermi, non per amore ma per avere il controllo su di me. Negli ultimi tempi, ha avuto continui cambi d’umore, un momento diceva di amarmi e dopo poche ore diventava freddo e spariva. Io ora sto malissimo perchè, anche se mi distrugge, io lo amo ancora. Forse mi cercherà ancora ma io non lo voglio più.
      Spero di avere la forza di non rispondergli.

    • S. ha detto:

      Ciao Elisa, perdona la curiosità ma vorrei sapere il nome del tuo Narciso e se sei di Roma… puoi rispondermi in privato se vuoi. E’ passato un anno da questo post e spero sinceramente tu stia meglio, conosco questo genere di ferite.

      un saluto e un abbraccio

    • LOUISE ha detto:

      scusami se mi permetto di darti un consiglio:SCAPPA

    • ali ha detto:

      elisa….ho il tuo stesso nome. storia identica alla mia..magari si tratta anche della stessa persona…ti lascio la mia mail. vorrei confrontarmi con te. e’ molto fresca la mia tragedia..risale a ieri. emartux@libero.it

    • Simona ha detto:

      Ciao , per caso si chiama Sergio questo che sei stato tu??

  12. leone leone ha detto:

    Ho corteggiato all’infinito un uomo narcisista una vera cotta da teenager (ho 40 anni), ho cercato di reprimere questa simpatia per anni (sono sposata con 1 figlio) ma non ci sono riuscita, quindi ho deciso di dichiarargli i miei sentimenti, lui, da subito, si e’ reso disponibile dicendomi che era single. Mi aspettavo un po’ di entusiasmo da parte sua, credevo che dopo la mia dichiarazione mi seguisse ovunque e che cercasse con 1000 espedienti di vedermi, abitiamo nella stesso posto ed e’ molto facile incontrarsi tanto piu’ che conosce molto bene le mie abitudini, una piccola partecipazione iniziale ma niente di esaltante poi basta, sparito, lo cercavo sempre io, lui a parole sempre disponibile, ma non ha mai fatto nulla per vedermi, anzi sono arrivata a pensare che mi evitasse volutamente. Poi sicuro di avermi in pugno comincia a dirmi che (sempre tramite sms) la situazione e’ troppo complicata, non vuole relazione con una donna sposata, io gli chiedo di uscire con me solo una sera anche solo come amici, non mi accontenta, poi dopo un mese circa di tira e molla sempre tramite sms, mi confessa di avere una relazione con un’altra e che sta facendo il bravo non vuole tradirla, la sua donna e’ separata con 2 figli e’ piu’ giovane di lui di circa 10 anni, tutt’altro che avvenente (pesera’ almeno 100 kg), (che cosa ci puo’ essere di meno complicato in questa relazione??, solo il fatto che lei e’ separata). Il mio matrimonio non sta attraversando un periodo felice, ammetto, io non avevo le idee chiare, ma lui con me ha solo giocato e pur avendomi promesso di essere sincero mi ha mentito con il preciso scopo di ferirmi. Ora lo vedo tutti i giorni all’oratorio che io frequento gia’ da anni, ci porto mio figlio, ovviamente la sua compagna sa tutto, l’ho capito da vari comportamenti, vanitoso com’e’ non poteva nasconderle la cosa, in questo modo, poi, ingelosisce lei e umilia me al tempo stesso, allucinante, questa situazione lo gratifica tantissimo e per assurdo non lo nasconde neanche. Lei dopo tre mesi di relazione e’ gia’ insicura, si vede, mi rivedo nei suoi atteggiamenti, mi rendo conto che frequentare gli stessi luoghi e’ come cedere alla sua vanita’ e ai suoi giochetti, siamo 2 burattini nelle sue mani, ma non posso privare mio figlio dei suoi divertimenti e dei suoi amici. Non lo guado mai, me lo sono imposto e per ora ci sono riuscita, ma so da un’amica che mi osserva, ovviamente non tiene a me e neanche si dispiace, si compiace invece della sofferenza che arreca agli altri e’ una questione di potere. Gli articoli in rete mi hanno aiutato molto a capire, da sola non ci sarei riuscita, anche perche’ queste persone ti incantano come delle sirene, non ti accorgi di nulla e purtroppo quando cio’ avviene sei gia’ troppo coinvolto, io sono sicuramente una dipendente affettiva e vorrei a settembre (quando mio figlio riprendera’ la scuola) rivolgermi ad un professionista per farmi aiutare devo farlo per me, per il mio matrimonio e per la mia famiglia, incrociate le dita per me. Spero che la mia testimonianza sia utile ad altri e perche’ no anche alla sua attuale compagna, (a volte ho la tentazione di parlare con lei, la vorrei mettere in guardia, anche per salvare i suoi bambini da inutili sofferenze, ma sarei sicuramente vista come la gelosa di turno e non mi crederebbe, peccato, e’ piu’ facile credere ad un uomo scorretto e subdolo).

  13. simon ha detto:

    DKDKDKDK

    • ali ha detto:

      le nostre comunicazione esclusivamente per via sms. ci siamo se3ntiti telefonicamente solo 3 volte. non credo sia normale

  14. mariel ha detto:

    ne sono uscita da pochi gg dopo 6 mesi di idillio.. fin dall inizio però sentivo un qualcosa che non era chiaro un po’ di disagio per il suo comportamento che ritenevo troppo eccessivo ma poi mi sono fidata..lui mi ha incartata letteralmente ed io sono caduta dentro la sua rete …il ragno ha mille attenzioni direi eccessive…poi dei lunghi silenzi.. ti apre lo sportello dalla tua parte.. la SUA vita passata è un segreto.. non ha amici..è in competizione con gli uomini..tiene il cell spento o silenzioso..ti chiama tremila volte al gg per controllarti…inizialmente sono stata prudente.. e lui ha fatto del tutto per convincermi che il suo amore era vero unico e meraviglioso… poi quando mi sono lasciata andare lui ha un po’ mollato la frenesia amorosa ed io mi sono insospettita.. ho sgamato altre frequenze…e sono scappata..e salutato con un bell addio..lui arrabbiato..di sua risposta ha detto che IO l’ho ingannato…sto male perché ti lasciano dentro qualcosa che sa di malato…mi sono presa le sue frustrazioni.. che sto cercando di espellere…piangendo magari o urlando …non è facile perché non pensavo che potesse esistere una persona così falsa ..malata..persone che sanno scegliere la vittima…assetate d’amore come me…e la sanguisuga…è lì pronta per succhiare…poi esaurito il compito ne cerca subito un altra…..MA IO NON SMETTERO DI AMARE la vita….E DI CREDERE AD UN AMORE SANO..

    • Concepcion ha detto:

      Lo stesso e`acaduto me, L´ho portato nel mio paese(Spagna) li ho aiutato con i miei soldi (non labora), lo stesso attegiamento, l´ho mandato via (Italia) per sei volte, mi ha pregato tanto che sempre l´ho ripresso. Adesso mi sono liberata totalmente, e ne so felice. Lui a cercato una seconda donna de piu`eta` per si questa volta io lo cacciaba (Que triste vita avra´!!) Andare via! andare via! soltanto questo se deve fare, e non credere mai cualunque cosa parleno, tutto e una bugia per essere mantenuto, torturarti e darti tristezza,

    • LOUISE ha detto:

      farei la stessa cosa.complimenti

  15. terry ha detto:

    6 anni d’inferno!
    il 1° aprile è finito ….
    devo solo capire che adesso
    ri-inizia la mia vita!
    ma non è facile mi ha completamente distrutto!

  16. Eleonora ha detto:

    Un narcisista perverso “imperversa” nell’ufficio dove lavoro come impiegata. Sono fortunata che non si interessa a me perché piu’ anziana di lui. Corrisponde al ritratto qui presente. E’ coniugato ma vive da solo, ha un bambino piccolo – che non ha l’altro genitore – sembra posseduto dal suo unico impegno con la vita: il lavoro, tuttavia quando è in ufficio mi controlla, mi segue con lo sguardo, non perde occasione per mettersi in mostra. Alterna giornate di vittimismo a giornate di violenza verbale. Ho capito dalle sue battute che sono considerata alla stessa stregua di una puttana, pur non comportandomi da tale, ma rimanendo gentile e diplomatica (devo lavorare). Non è il titolare per fortuna, non perde occasione per dirmi che le sue clienti (è un professionista) sono piu’ belle e avvenenti e giovani di me! Non do’ torto alla moglie che se lo è allontanato dalle palle. Credo che sia un gran bugiardo. Non invidio l’ultima signorina che è venuta a salutarlo! Le aspetta una vita insieme ad un bastardo patentato. Buona fortuna, sciocchina.

  17. marco ha detto:

    buongiorno io penso mio malgrado di averele carateristiche del narcisista perverso, vorrei sapere se vi è la possibilità di uscirne. aspetto eventuali risposte
    grazie

    • admin ha detto:

      Se è delle mie parti (Viterbo), sicuramente posso fissarle un appuntamento nel quale discuterne. Altrimenti può cercare un valido terapeuta vicino la sua zone di residenza. Sicuramente con un buon lavoro terapeutico certi modi rigidi di comportarsi e di vivere la propria vita possono virare verso atteggiamenti più adattivi e gratificanti per Lei e chi le sta accanto.

      • Bambola rotta ha detto:

        Qualcuna di voi e della Toscana?

        • devo capire ha detto:

          No ma lui lo è di firenze

        • katia ha detto:

          Ciao, purtroppo un PN non cambia e non cambierà mai, fin a quando trova la nuova vittima continuerà ….s allontanata dei figli per dopo cercarle di nuovo, troverà mille scuse per convincere tutti che la vittima è lui perché si sentì vittima, destabilizzando così te e i bambini, purtroppo la legge non prevede l allontanamento e penso che noi donne dobbiamo alzare la voce per il bene dei nostri figli, la presenza d un papà PN nella vita dei bimbi non po che farli del male
          Si

  18. Daniela ha detto:

    Sono la “vittima” di un narcisista perverso… Ma loro scelgono le loro prede tra quelle che come noi possono soddisfare i loro bisogni… quelle che possono facilmente diventare loro dipendenti… La nostra storia è durata 6 anni…
    Quindi forse – per esperienza – è meglio capire perché ci attirano questi uomini e lavorare su quello. Capire perché ci lasciamo trascinare in questi vortici di dolore… Dopo la scoperta del tradimento… è cominciato l’inferno… sono in terapia da un anno e mezzo e ringrazio quel giorno perché mi ha dato la possibilità di lavorare su me stessa e scoprire finalmente chi sono e di cosa ho realmente bisogno. Un abbraccio a tutte voi. Se ne esce…. E si impara a non avere rancore per loro…

  19. Elisette ha detto:

    Corrisponde perfettamente alla descrizione … da far paura… E’ successo anche a me e dopo 10 mesi ne sono fuori, ma è stato faticoso…
    I primi due mesi se per me era un’attrazione da vivere e vedere, per lui ero l’amore della vita, aveva scoperto l’amore grazie a me, la sua principessa da cui sognava già un altro figlio (ne ha già uno da una relazione andata in frantumi).
    Un campanello d’allarme col senno di poi era l’assenza di curiosità e interesse nel conoscere meglio me e la mia vita, “perchè vai benissimo così” diceva… certo.
    Il tempo di farmi coinvolgere terribilmente e sono iniziati silenzi e distacchi inspiegabili, infinite bugie, assenze prolungate, contraddizioni assurde (ufficializzava il nostro rapporto in pubblico mentre era scostante in privato). Se mi allontanavo per chiudere la storia diventava matto (tipo mi tolgo la vita e cose simili oppure appostamenti sotto casa mia). Un bel giorno è sparito e per un mese niente, poi è tornato in lacrime inventando trascorsi di malattia gravissimi per impietosirmi e ‘riagganciarmi’ per poi riprendere a modo suo.
    Ho smesso di rispondere da un po’ a qualsiasi chiamata-messaggio … convinta del fatto che non è comunque amore quello che mi ha dato… siamo molto lontani dall’amore… Purtroppo è una trappola che puo’ creare grande sofferenza. Per questo trovo che questi uomini incapaci di amare siano molto pericolosi.

  20. Elisette ha detto:

    Aggiungo che è una persona poco integrata e senza amici, è come se si sentisse al di sopra di tutti, è ambizioso e quando parla di sè diventa indisponente per quanto si loda. Continui i tentativi di far carriera (calpesterebbe tutto e tutti pur di arrivare). Mentre quando si confida diventa una vittima di tutto, del ex compagna di cui parla malissimo e del fatto che vorrebbe la custodia esclusiva del figlio, per cui stravede e con il quale ha un rapporto pieno di gelosie ossessive… è come se fosse in competizione con l’ex compagna nella conquista dell’amore del figlio. Ora penso a quando voleva un figlio da me (e ci è mancato poco) come una strategia già attuata in passato sia per creare un legame “per sempre” nonostante l’assenza di impegna, sincerità, trasparenza… sia per ripetere l’esperienza che più ha dato senso alla sua vita…(senza però considerare nell’altro se non se stesso)

  21. sandra demelas ha detto:

    ne vengo fuori da una storia durata tre anni con un narcisista patologico definito cosi dal suo analista ma io ne sono venuta ala corrente un anno dopo averlo conosciuto.i primi sei mesi era attento e presente,mille ms al giorno e telefonate,dopo cominciano i primi allontanamentiper giorni e riapparizioni come se nulla fosse successo…gelosie immotivate e sospetti di gelosia nei miei confronti,,,man man diventava sempre piu’ agressivo verbalmente senza che ce ne fosse motivo,,,scopro molte bugie e diverse schede telefoniche,quattro,… capisco che si sono altre donne,in luglio a casa sua arriva una donna mentre eravamo a tavola,era l’altra con la quale stava da tre anni,,sei mesi dopo aver conosciuta me,ci voleva entrambe,lui la implora dicendole che la ama, lei lo picchia e gli disfa casa, e insiema all’atra vado via entrambe sisperate…lui continua a manipolare la situazione e monitorci entrambe,prima facendo pressione su me inutilmente poi sull’atra che a fasi quasi si ricredeva ma io la ho subito messa la corrente…l’ho insultato nei minimi dettagli definendolo un malato mentale ,manipolatore scoccone bugiardo,,,una scatola vuota,un escremento nn utile neanche come fertizzante,ha incassato senza mai rispondere,nn lo sento da 50 giorni,io sono una donna forte e ce la faro’ mi sono documentata molto sul narcisismo e anche grazie ai forum io sto bene,credo proprio che sia sparito per sempre,,coraggio donne…sono solo persone meschine destinati alla depressione e solitudine,,un bacio a voi tutte

  22. Rossy ha detto:

    Purtroppo anch’io sono caduta tempo fa nella trappola di un manipolatore perverso per un anno e mezzo. Inizialmnete è come tutte descrivete dolce, affettuoso e organizza eventi in cui sei la principessa. Ero la donna perfetta intelligente, dolce con un buon lavoro..un orgoglio insomma da esibire. Non aveva amici (o quelli che aveva non era mia disponibili) e non mi presentava mai nessuno che conosceva, non mi portava in luoghi che abitualmente diceva di frequentare(ti annoieresti) e non voleva uscire con i miei amici criticandoli tutti (Risultati li ho persi). Inizialmnete voleva sapere tutto di me.. fingeva che gli piaceva tutto perfino la me.rda se gliel’avrei detto..era un principe. Dopo qualche mese sicuro del mio amore e che ogni remora era caduta, ha iniziato gli insulti e il suo modo di farmi sentire inadeguata a lui. Mi paragonava spesso alle sue ex e quando avevo comportamenti secondo lui non consoni, mi diceva che una delle sue ex non l’avrebbe mai fatto. Mi rifiutava sessualmente perchè diceva che io ero una manica del sesso( si e no lo si faceva una volta al mese quando decideva lui in modo violento, tanto da farmi sanguinare) e mi faceva sentire in colpa perchè non ero in grado di avere un rapporto cn lui senza sanguinare(sono nadata anche da vari ginnecooghi pensando ceh era mio il problema). Per nove mesi non sapevo neanche dove abitasse perchè diceva che suo padre era stato dedito all’alcol e che sua madre (con cui doveva passare la maggiorparte delle sere era psicopatica). Quando mi arrabbiavo dei suoi commenti sul fatto che ero ingrassata(sono stata sempre la stessa e non ho mai avuto problemi di peso), mi diceva che ero sustettibile che avevo seri problemi ad accettarmi. Diradava il vedersi e bisognava elemosinare la sua attenzione e quando mi lamentavo mi faceva sentire in colpa raccontandomi qualche disgrazia che non voleva dirmi, ma spiegava i suoi comportamenti e quindi ero io che non lo capivo. Dopo un anno e tutti i suoi vittimismi quando cercavo di lasciarlo, ebbi la fortuna che si fece male ad un piede. Andai all’ospedale e conobbi i suoi e li rimasi di pietra… I suoi genitori erano persone normali ed era contentissimi di conoscermi e avevano sempre detto al figlio di volermi conoscere, visto che lui mi adulava sempre e ne parlava benissimo di me… A me crollo’ il mondo adosso e per un mese decisi di stare al gioco, volevo vedere a che punto potesse arrivare. Andavo a casa sua a fare la fidanzatina preoccupata e a parlare e conoscere i suoi… e li scopri la scattola degli orrori..Una scatola piena di roba e lettere appartenute alle sue ex e li c’erano anche le mie lettere… la sua spiegazione fu un vomito per me.. era felice di avere quei feticci, delle sofferenze di quelle ragazze e di come una quasi era arrivata al suicidio. Non aveva piu’ remore di dirmi la verità, tanto sapeva che l’avevo smascherato, poteva essere se stesso, ma aspettava che io mettessi fine alla relazione per non dimostrare agli altri che pezzo di merda era stato. Lo vedevo li come un mostro, ma con i sensi di colpa di essermi fatta usare e di non aver capito nulla di chi era..Io che l’avevo creduto una vittima che l’avevo ascoltato, che l’avevo sempre perdonato e riaccolto. Dopo un mese in cui i suoi insulti e motivazioni di non amarmi, ma volermi sempre bene e con messaggi che ero io a doverlo lasciare..Lo feci senza smerdarlo..Mi dispiacque per quella famiglia rivelargli che razza di merda avevano cresciuto e che li usava pure per manipolare le persone. Cambiai numero e mi ci volle qualche mese per riprendermi, ma vederlo nella sua piena luce mi fece perdere qualsaisi voglia di risentirlo quando tento’ approci. Quello che vi consiglio è scappare da queste persone e non accettare nessun filo di contatto che vi riconduca a loro. Sono persone disumane che godono nella sofferenza altrui, vuote..non vi ameranno mai. Il silogismo piu’ mi impegno per compiacergli e piu’ mi amerà non vale nulla per loro e solo un modo per tenervi in pugno e distruggervi.

  23. Clementina ha detto:

    salve, credo di essermi imbattuta in un narcisista. ragazzo meraviglioso, brillante, bello, colto che appena mi conosce mi corteggia in un modo esageratamente romantico, mi dice che sono diversa dalle altre (che di solito tratta male ma con me non ci riesce, primo campanello d’allarme) ci conosciamo meglio, anche intimamente e dopo circa un mese le sue paranoie (sempre presenti e date da ricordo di una ex tremenda e totalmente distruttiva) diventano più forti, io sparisco dicendogli di lasciarmi in pace e tornare solo se fosse stato sicuro. una sera ci siamo incontrati per caso, lui mi ha ricercata dandomi dei segnali positivi, io mi sono rilassata e il rapporto sembrava riprendersi, mi ha detto espressamente che se non mi fossi fatta sentire l’avrei perso dandomi la colpa del suo essere freddo e scostante alla mia decisione di allontanarlo dopo le sue paranoie ripetute riguardo a noi due. dopo una decina di giorni ci siamo visti nuovamente e lui ha espresso il desiderio di passare la notte insieme, io non mi sentivo pronta e ho rifiutato gentilmente, il giorno seguente mi ha mandato un messaggio freddo e cattivo, quasi sadico col quale mi informava del suo interesse verso altre ragazze con le quali sarebbe potuto uscire e che certi miei atteggiamenti non gli erano mai piaciuto dall’inizio, mi ha fatto sentire mortificata dicendomi con una cattiveria assurda che spesso sembro volgare nel mio modo di pormi con la gente, di sedermi e soprattutto per come ho vissuto il sesso con lui, dandomi quasi della “ragazza leggera” perchè gli avevo già dato tutto (cosa assolutamente non vera). ho passato due giorni a piangere cercando di capire dove avessi sbagliato, senza mangiare e vomitando per l vergogna che mi ha fatto provare dicendomi certe cose, è stata un’esperienza umiliante, mi ha sminuito davanti al suo ideale di donna sensibile, eterea, affascinante e femminile, come se io fossi una trovata per strada. infine si è definito uno scrittore, sensibile e poeta come se io fossi troppo poco per lui. la cosa più brutta in tutta questa storia è che è entrato a far parte del gruppo di persone con cui esco e sono obbligata a vederlo sempre, e sto notando che contemporaneamente i miei “amici” si sono staccati un po’
    è un narcisista? perchè in ogni caso io taglio la corda, ma se lo fosse sarei ancora più motivata a farlo

    grazie per la sua cortese attenzione

  24. mariano ha detto:

    purtroppo i narcisisti per versi fanno anche i padri ..

  25. Elisa ha detto:

    Anche io credo credo di essermi imbattuta in un narcisista. Un ragazzo bello, intelligente e affermato sul lavoro. La nostra storia è durata due anni. Il primo anno è andato tutto bene e nei primi mesi mi è sembrato quasi di vivere una favola. Poi L’anno scorso per via di un suo problema nel lavoro tutto è cambiato. E’ entrato quasi in depressione e ha iniziato a svalutarmi a criticarmi etc..e ha minacciato di lasciarmi (sembrava fosse mia la colpa del suo problema). la situazione poi si è apparentemente tranquillizzata, siamo andati in ferie insieme e poi quando siamo tornati mi ha lasciato. Mi è venuto a ricercare più volte, ci siamo rimessi insieme e poi dopo circa un mese il suo comportamento è cambiato di nuovo. E’ diventato più freddo, umore pessimo, finché ci siamo lasciati, perché lui non mi riteneva alla sua altezza. Lui un grande ingegnere e io una semplice impiegata. Aldilà di come è andata non posso accettare le critiche che mi ha fatto. Non mi sento inferiore a lui anche se è più affermato di me sul lavoro.Siamo tutti diversi e ogni persona ha quel qualcosa in più da donare a un altro.Dicendomi queste cose ha dimostrato di non essere ancora maturo. Ora sto riprendendo in mano la mia vita e spero che la prossima persona che incontrerò mi faccia dimenticare questo piccolo incubo….

  26. Roberto, forse narcisista. ha detto:

    Ma la “donna narcisista perversa”, esiste?! O è una prerogativa solo maschile!?!?!?

  27. Dafne ha detto:

    Care amiche, io sto uscendo ora da una storia durata tre anni con un uomo che si è sposato mentre stava come me, scoperto casualmente. questo è stato possibile grazie ai comportamenti da voi descritti molto bene. alternava momenti di fusionalità e distacchi facendo ricadere su di me la colpa del distacco. la cosa terribile è che nel momento in cui l’ho scoperto lui mi ha supplicato di credere che amava me e con l’altra è solo abitudine e sicurezza. ho chiuso immediatamente e sono stata perseguitata con telefonate mute sfregi alla mia macchina appostamenti sotto casa. ho sofferto molto, dopo circa un anno l’ho ricercato /che stupida/ sperando che fosse cambiato e che fossero vere le cose che mi aveva detto. mossa sbagliata, nel frattempo aveva fatto un figlio, ma nonostante questo voleva ancore me. quello che ho capito e che vorrei condividere è che qs genere di uomini profondamente disturbati fanno leva sul nostro bisogno di sentirci ammirate e cercate nonostante tutto. questa è la trappola. ne sono uscita soltanto ritrovando il valore di me stessa indipendentemente da lui, affermando i miei diritti e i miei valori (ancora oggi mi cerca di sedurre) e soprattutto avendo ben chiaro che quello che lui chiama amore non lo è, perchè non è in grado di provare sentimenti e nemmeno colpa. auguro a tutte voi di amarvi e farvi rispettare, siamo la linfa della vita, meritiamo un amore pieno e bello che esiste ed arriva. un caro abbraccio
    dafne

  28. alessandra ha detto:

    Grazie per l’articolo illuminante, in cui riconosco a pieno le dinamiche della mia storia durata circa 5 anni. E’ difficile staccarsi, lasciare andare una parte di sé, la più bella, che si è proiettata sull’altro; ancora più difficile accettare che ciò che avevo di meglio da donare, l’ha preso e gettato nell’immondizia e che, al di fuori dei pochi magici momenti, non mi ha riversato addosso altro che meschinità e menzogne (spesso deliranti), freddezza e silenzi, aggressività passiva, ostentata e provocatoria indifferenza. Difficile accettare di non essere nulla per una persona così importante, a cui hai dato te stessa. Ma a queste persone interessa solo la conquista, la certezza che siamo disponibili per poi rifiutare.
    Alla fine l’ho smascherato : volevo sapesse che comprendevo, mi illudevo che riuscisse a sentire come mi sentivo, mi illudevo di poterlo scuotere e che si facesse curare. Di fronte al mio smascheramento ha reagito con rabbia, offese ed umiliazioni, ed è fuggito a gambe levate lasciandomi annichilita ma sempre più certa di avere a che fare con un uomo malato. Ora non spero più che ritorni da me, che gli passi, che cambi; spero solo di stare bene, di riuscire a vivere e ad amare ancora. Certo ho molta paura e mi sento piena di sgomento, perché a volte lo sento ancora dentro di me. L’ho amato come nessuno mai, ma il mio amore incondizionato mi aveva fatto dimenticare di me stessa e calpestare il mio benessere. Credete che, una volta smascherato, non si faccia più vivo? Inoltre la faccenda è complicata dal fatto che lavoriamo nello stesso ambiente ed è impossibile spegnere del tutto i contatti. Sotto questo aspetto, mi ha anche manipolata e provocata, facendomi ingelosire per il puro piacere di umiliarmi e mi ha cercata quando a lui faceva comodo per poi piantarmi in asso quando avevo bisogno io. Non gli ho mai potuto chiedere nulla, nemmeno l’iniziativa d un caffè o di una telefonata poteva partire da me. Una volta, alla fine, ha detto che se mi avesse accontentata sarebbe diventato il mio burattino!
    Cosa fare per sottrarmi ad altra sofferenza e disagio anche lavorativo?
    Grazie, Ale

  29. Agnese ha detto:

    12 lunghissimi anni…una parte notevole di vita che si archiviano e lasciano una sensazione che non so definire.

    Purtroppo quando ti rendi conto che una storia non ti da quello di cui hai bisogno (nel senso piu’ positivo del termine), quando le aspettative vegono disattese…l’amore, la passione si affievoliscono e la storia si infrange accade che non sai come definire il tuo star male.

    Ho sinceramente provato e riprovato a portare avanti questa lunga storia d’amore in nome del forte sentimento che mi legava al mio compagno e provando ad accettare di viverla da eterni fidanzati perche’ lui non ha mai voluto concretizzarla ne’ in una convivenza tantomeno in matrimonio.

    Due figli avuti dalle precedenti unioni, cresciuti insieme come fratello e sorella nel corso degli anni e ormai adolescenti, vancanze insieme, momenti belli e brutti, a volte bruttissimi, condivisi pienamente.
    Nel 2010 ho iniziato a soffrire di crisi di panico. Sono stata in terapia farmacologica e psicologica.

    Due abitazioni distanti, vite e lavori distanti. Ma la distanza e’ un fatto geometrico, la mancanza no.

    Un bisticcio (tra l’altro via Skype) perche’ non lo posso definire altrimenti, discussione sarebbe proprio inappropriato, per una risposta di lui distaccata ad un mio problema di tasse e di soldi da pagare e lui non si e’ fatto piu’ sentire, come io del resto non l’ho piu’ chiamato. E sono passati orami piu’ di due mesi.

    Io sono in bilico con il lavoro ma lui non lo sa…Avevo smesso di parlargliene visto che l’ultima volta che l’avevo fatto mi sono sentita rispondere che non dovevo piu’ parlarne, perche’ era inutile stare a farsi del male e l’unica cosa era attendere gli eventi e poi darsi da fare nel momento in cui avrei perso il lavoro. Parlarne significava essere nervosa e troppo preoccupata!..Peccato pero’ che non e‘ la prima volta che ho problemi di lavoro e che ogni volta ho sempre risolto DA SOLA, con grande fatica e senza l’aiuto di nessuno se non grazie alle mie competenze professionali e alla mia innata buona volonta’ e senso di responsabilita’ e di dovere soprattutto verso mio figlio.

    Sono stanca di queste sue “assenze” piu’ o meno lunghe gia’ riproposte in altre occasioni nel corso di questi anni e che ho sempre perdonato e compreso… anche se non sono state mai assenze di oltre un mese. E in queste circostanze ci siamo ri-cercati, piu’ lui che io. Sono stanca di fare la fidanzatina nonostante l’eta’ (io ho 47 anni e lui 49) e quello che potrebbe accadere, di bello o di brutto, ad entrambi e pensare di non essere “nessuno” per rivendicare almeno un diritto di parola.

    Sono stanca di pensare di avere accanto un uomo opportunista, sono stanca di sentirmi una stupida per aver lasciato trascorrere cosi’ tanti anni (che non tornano piu’) e ritrovarmi con un pugno di mosche in mano.

    Gia’ lo scorso anno c’era stato un distacco: lui mi aveva detto di essere stanco delle mie richieste (mai insistenti o pressanti). Solo che ne avevamo parlato, avevamo condiviso insieme il dolore dell’allontanamento e cosi’ ci abbiamo riprovato ma e’ durata soltanto un anno.

    Sono stanca di elemosinare la giusta considerazione nella vita di questo uomo nonostante i suoi “io ti amo” pronunciati fino a 2 mesifa.

    Ma….

    Ma sto male da morire. Penso fermamente che questa volta lui abbia preso la palla al balzo per l’ennesima volta o forse no. Magari ha percepito la mia scontentezza per una relazione part-time e si e’ voluto mettere da parte, magari ha gia’ un’altra donna da frequentare magari …magari..magari…

    Non ho voluto cercarlo piu’, ho scritto una lista di pregi e difetti per fare ordine nella mia mente, per avere davanti agli occhi la chiarezza che invece manca nel cuore..
    Pero’ come si fa?

    Non mi sento colpe particolari, mancanze o gravi errori fatti in tutti questi anni, se non essere stata sempre accondiscendente e tollerante con il suo voler vivere la storia cosi. Sono stata amante, amica, crocerossina, mamma, moglie, mamma della figlia. L’ho sempre sostenuto e aiutato moralmente (lui e’ diabetico insulinodipendente) e anche economicamente..

    Sicuramente pero’ quando arrivo ad essere insoddisfatta (e dopo 12 anni penso ne abbia tutto il diritto) e delusa e preoccupata da problemi seri io comincio a usare le parole…in maniera mai aggressiva o maleducata, ma sono parole taglienti, sono frecciatine, sono il “riassunto” del mio stare male. Questo potrebbe essere la mia colpa attuale. Del resto non poter contare nemmeno sul tuo compagno e’ una colpa? Forse si…

    Chissa se anche io sono stata cieca a non individuare il narciso che e’ in lui..
    Sinceramente non mi aspettavo un silenzio cosi’. Non mi aspettavo la chiusura di questa storia con questa modalita’ che e’ atroce. Io conosco i miei motivi, le speranze disattese che mi hanno portato a non cercarlo seppur facendo uno sforzo sovraumano. Ho paura di ricadere nel panico, di stare ancora tanto male, ma devo farcela. Solo che mi sarebbe stato di grande aiuto conoscere anche le sue motivazioni visto che non c’erano segnali di insofferenza da parte sua fino al giorno prima del mio disappunto per il problema fiscale. E comunque non si chiude una storia sparendo completamente…e’ da conigli.

    In tutto questo poi c’e’ anche mio figlio che e’ rimasto malissimo del comportamento di questo uomo: lo conosce da che aveva 3 anni e lo ha sempre visto come un riferimento, forse piu’ del padre con il quale non ha un gran rapporto e ha sempre avuto una grande stima, quasi un’adulazione, per lui.

    • angel ha detto:

      Carissima, non so se leggerai questo mio.. ma credimi mi hai raccontAto la mia storia, 12 anni,terapia psicologica.ecc.ecc.se vuoi scrivimi.

  30. francesca ha detto:

    Sto cercando di capire se il mio compagno è un narciso,mi son messa a cercare e trovo delle descrizioni che mi laSCIANO PERPLESSA,ALLORA NON SON IO LA MATTA,COME MI GIUDICA SEMPRE LUI,NON SONO IO QUELLA CHE DOVREBBE ANDARE A FARSI CURARE….
    L’ho incontrato 6 anni fa,appena separato,lo chiamavo “il bel tenebroso”,persi la testa,ma era già con un altra,e senza che accadesse nulla tra noi,scoperti i miei sentimenti,mi teneva sulla corda,quasi con una velata promessa…stupidamente mi misi in attesa,aspettai per 4 anni che finisse la storia con l’altra,anche perché sapevo che non andava bene,stanca,nel più bello che decisi di dimenticarlo,si fece vivo,la storia era finita,ed iniziò ad essere “mio”…è venuto da me a colpo sicuro,pieno di casini con la ex moglie,lasciata con due figli,me l’ha sempre descritta come una matta,che lo ricattava x via dei figli(due adolescenti),amici e conoscenti pensano sia un uomo buono,meraviglioso,onesto,questo fa vedere,questo ha fatto vedere a me all’inizio…innamorata e bisognosa di amore(7 anni da sola)iniziai ad aiutarlo economicamente,finché son venuta a vivere con lui,piano piano ho abbandonato tutte le mie passioni,palestra,corsi,pittura,ecc,mi convinceva lui,facendomi intendere che erano soldi sprecati(servivano a lui…)…oltretutto coincide col periodo della menopausa(ho 48 anni),ad ogni lite,mi fa sentire in colpa,dicendo che sono depressa x via di questo cambiamento..i rapporti intimi son diventati rari e insoddisfacenti,lui,si curava zero di me,mi ha mostrato insensibilità,freddezza…preferisce star fuori casa,lasciandomi sempre da sola,alle mie proteste,tanta aggressività da parte sua,critiche,giudizi…ammento di aver tirato fuori il peggio di me,diventando meschina,rinfacciandogli di averlo aiutato tanto senza avere nulla…ora viviamo ancora insieme per comodità,purtroppo non ho più nulla,neanche l’energia di ricominciare da capo…consigli?

  31. sara ha detto:

    Gli uomini cosi sono profondamente insicuri e state certe che seguiranno tutto tranne che la famiglia!cercheranno donne che li appagano e che hanno quelle caratteristiche da bomba sexy una perfezione tra Eros e bellezza!tra le mani ne ho avuto uno mi diceva un treno di cazzate perche’ al momento non aveva niente di meglio da fare!!!poi quando lady gatta si e’ presentata alla sua porta ha fatto marcia indietro illudendomi!che fregatura!!!!

    • vittima incredula ha detto:

      ciao posso chiederti come si chiama il tuo narciso p?anche la sua donna attuale si chiama ladygatta,la mia storia idem e molto travagliata..mi ha umiliata mi lasciava ad ogni piccolo litigio ,mi aggrediva..

  32. anna ha detto:

    Vorrei tanto capire se anche il mio e’ un incontro con un narcisista
    L’ho incontrato per puro destino in un momento in cui mi trovavo in difficoltà emotiva -Immediatamente è stato disponibilissimo, ha cominciato a cercarmi frequentemente con telefonate dolcissime e proposte inequivocabili,e io dopo un primo momento di disorientamento mi sono lasciata totalmente incantare dal suo meraviglioso modo di fare e dalla sua voce sempre calda e sensualissima
    Dopo un appuntamento molto bello ma nel quale non siamo arrivati a fare sesso mi ha cercaro ancora con insistenza dandomi un appuntamento che avrebbe dovuto confermarmi. Non vedevo l’ora, fantasticavo i sogni piu’ belli…..
    Ma non ha mai confermato e da allora è praticamente sparito…. io l’ho messaggiato un paio di volte ma lui ha risposto con mess. abbastanza distaccati
    Mi ha chiamato dopo circa 20 gg molto carino e gentile e mi ha salutato affettuasamente dicendomi di chiamarlo
    L’ho fatto nel giro di una settimana ma non mi ha risposto: da allora non l’ho piu’ sentito…… è passato quasi un mese……soffro molto ma temo di soffrire ancora di piu’ se questa cosa continua…… avverto segni di squilibrio …….. che ne pensate?
    LAURETTA

  33. silvana ha detto:

    43 anni con un narcisista lasciano ferite che non si rimarginano tanto in fretta.
    Sposata giovanissima e due splendidi figli mi sono da subito imbattuta e scontrata col suo MONDO perverso.
    Perchè è durato tanto il mio matrimonio? Pensavo di poterlo cambiare col tempo e di avere la famiglia che tanto desideravo…… ma la colpa era solo mia….. cattiverie,sfruttamento,menzogne, piccole lusinghe, ma poi di nuovo sensi di colpa.
    Anaffettivo da sempre in compenso gioielli da mostrare in pubblico.
    Man mano mi sono disamorata, ma ho tirato avanti….riempendo la mia via di cose belle:lavoro di insegnante, hobby, letture, viaggi,amiche care.
    Poi mi sono guardata allo specchio e ho detto: CE L’HAI UNA DIGNITA’?
    Allora sono scappata , alla bella età di 65 anni, lasciandolo in compagnia dei suoi fantasmi e del GRANDE AMORE DELLA SUA VITA: L’ALCOOL! si perchè è sempre stato un alcolista……
    Ora sono abbastanza serena, ma è dura!
    Lui dopo due mesi si è già portato a casa un’altra vittima e convive.
    …..Cerca anche di ritornare, lo sta facendo tante volte, ho cambiato numero di telefono.
    Non accetta di essere stato lasciato.
    Ma finalmente sono libera e sto cercando di riappropriarmi della mia vita!
    Scappate donne dai Narcisi maligni, manipolatori perversi!
    Silvana

    • Evelia ha detto:

      Anche io sono stata sposata per 40 anni con uno di questi soggetti che è riuscito ad ingannare anche sul lavoro che faceva. Solo menzogne e tradimenti che purtroppo ho sempre scusato. Ora ha trovato un altra e mostra felicità e amore ma io sono consapevole della commedia. Abbiamo insieme figli e nipoti che sente ogni tanto. Ma che persone tristi devo dire che fa pena sotto la maschera vedo infelicità rabbia cattiveria proprio con la famiglia che lo ha protetto. Magari fosse felice lo sarei anche io per lui

  34. Johnd588 ha detto:

    Im genuinely enjoying the style and layout of one’s website. Its a very uncomplicated on the eyes which makes it a great deal much more enjoyable for me to come here and pay a visit to far more typically. Did you hire out a designer to make your theme? Excellent perform! fdkckedkebdd

  35. Stellina ha detto:

    Vengono i brividi nel leggere di quanti di questi soggetti sono in giro, fanno i loro comodi, e ne escono sempre felici, tranquilli e soddisfatti… io ho investito 5 anni di vita, fino ad arrivare al limite e lasciarlo…ma nonostante l’avessi lasciato, fino all’ultimo mi ha manipolato, portandomi a letto e nel frattempo era in cerca della nuova vittima…infatti sta già con un altra..mentre io ho dovuto rivolgermi a un terapeuta per venir fuori dalla condizione in cui ero caduta… inizialmente presente, carino, premuroso, fiero di portarmi in giro…poi completamente il contrario…. nn gli andava più bene nulla, mi ha usata per prendere finanziamenti che poi non ha più pagato, e mettendomi anche in bei guai… mi ha fatto arrivare l’autostima sotto ai piedi… mi ha tradita e detto un mare di bugie…
    inutile parlare della sua mancanza di responsabilità, del suo essere egoista su certe cose…. dottor Jakyl e Mrs Hide…. ancora nn mi capacito di come abbia fatto a farmi prendere così in giro e perchè non mi sono liberata di lui molto prima… dopo i primi mesi di sofferenza… ora mi sento finalmente libera, e consapevole che non era colpa mia!!!!

  36. joe zini ha detto:

    Ciao a tutti
    Volevo solo mettere in guardia le donne di Brescia da un certo Mino abita a Rovato e guida pulman e scuola-bus 58 anni.
    Ti stupra l’anima e poi ti mette tra le ex da usare quando ne ha piu’ bisogno.

  37. Rita ha detto:

    Per far tornare l’amore perduto “Per il potere di S. Cipriano e delle 3 anime che lo affiancano (*** inteso come vigilano), _______________venga adesso in ( ***inteso come dentro di) me. Fa arrivare ______________a me strisciando, innamorato,pieno d’amore, di desiderio e fa chemi chieda perdono se mi ha mentito,fa che mi chieda in fidanzamento e dopo in matrimonio,il più rapidamente possibile. San Cipriano tu che hai il potere fa che dimentichi e lasci in un colpo soloqualunque moglie o donna che abbia in testa e si dichiari a me in modo che tutti lo sappiano. San Cipriano allontana da ________________ qualunque donnae che io possa averloin ogni momento da oggi e ora, che lui desideri stare al mio fianco, che abbia la sicurezza che io sia la donna perfetta per lui. Che _____________ non possa vivere senza di me e che ______________ abbia sempre la mia immagine nella sua mente. Ovunque esso sia e con chiunque il suo pensiero sarà per me. e Coricandosi mi dovrà sognare e al risveglio pensi a me, non dovrà mangiare ma pensare a me,dovràpensarmi in tutti i momenti della sua vita. Che mi possa mare veramente,sentire ilmio odore, toccarmi con amore, che ___________ voglia abbracciarmi,baciarmi,affiancarmi, proteggermi,amarmi 24 ore al giorno ogni giorno,in modo che anche io possa amarlo e che lui senta piacere anche solo sentendo lamia voce. San Cipriano fa che _____________ senta un desiderio di me fuori dal normale, come mai per nessun’altra persona sente e sentirà.Che voglia giacere solo con me e che abbia solo desiderio per me,che il suo corpo ppartenga solo ame eche abbia pace pace solo con me. Ti ringrazio San Cipriano per questo lavoro che farai per me e ti offro la divulgazione del tuo nome come ricompensa per aver addomesticato ___________ eaverlo fatto innamorare di me, facendolo diventare carino,fedele e pieno di desiderio per me”.

  38. V come Vendetta ha detto:

    Ci sono caduta. Eccome. Per fortuna, e ora ho capito perché, mi ha lasciata andare. Ma il gioco non è finito. Stavolta il giochino è cambiato. E si trova nelle grinfie di una vendicatrice. Chi la fa l’aspetti. Ma stavolta so come giocare il gioco. E lui ovviamente non sa chi sono. 😀

    • Grazia ha detto:

      Scusa, a chi ti riferisci in particolare? Un tuo ex narcisista? Tu sei passata dall’altra parte della barricata? Se è stato così ti faccio i complimenti. 🙂

    • Salice Piangente ha detto:

      Per favore V come Vendetta se è sposato avvisa la moglie perchè la tua vendetta la farebbe pagare a chi è vittima peggiore. Contatta la moglie e racconta tutto cosi anche lei potrebbe capire.

  39. Stella ha detto:

    Scusate, mi si è accesa una lampadina , ma pensate che questo Olivio sia il suo vero nome?

  40. shantiom ha detto:

    Spero sparisca per sempre.

  41. minnie ha detto:

    ciao a tutte!
    io vi racconto la mia di esperienza…con un narciso perverso…o psicopatico….!!

    l ho conosciuto 10 mesi fa e subito scattata una sintonia bellissima,io però uscivo da soli 6 mesi da una storia di 8 anni, piena di timori e paure.
    lui si fa da subito paladino dell amore vero, si arrabbia pure se non gli davo credito…vuole subito la convivenza…dice che sono già sua moglie che devo dargli le redini in mano e che tutto quello che devo fare e…..ops!!! vivere per lui!!!

    qui iniziano i problemini…perchè io non posso vivere per il mio ragazzo! e che sono na serva?..comunque…mi fa notare come io sia fortunata ad averlo e come le altre sono state solo sco***te e che io sono la sua scelta!
    però bada bene che da perfetta che ero adesso inizio ad avere difetti un pò pesanti..come il non voler subito convivere…o il rispondere alle umiliazioni e insulti…o cosa ben più grave non pulirgli la casa!!!

    ero sempre sua futura moglie….ma gli sbalzi di umore e le ripicche per ogni cosa…dico ogni cosa erano sempre più frequenti..invadente ed esigente…ma ovviamente non potevo chiedere al contrario perchè sembrava di chiedere la luna…senza empatia e rimorsi riusciva a capovolgere la frittata sempre a suo favore!
    io mi sono trovata davanti uno che senza conoscermi mi voleva per la vita e dopo addestrarmi a suo piacimento..ma a ogni segno di alterità…erano dolori!
    beh inutile dire che l ho mandato a stendere….e da li ho potuto vedere il diavolo…e riuscito a dirmi di tutto!!!! truffaldina attrice….
    queste persone sono pazze…fanno solo danni….sintomo non da poco….e il non dialogo…sono freddi e non accettano versioni che non corrispondano alle loro.

  42. mistery ha detto:

    Facciamo che uno dica la verità da subito..lo so che a qualcuna verrà da dire:con tutte le donne libertine che ci sono in giro non avrebbe problemi ad avere cio che vuole! invece non è così. intanto la maggior parte delle donne che si incontrano esordiscono se provano interesse da subito con un noiosissimo e scontato “io non sono come tutte le altre” peccato che poi comportamenti e discorsi possano essere previsti quasi in modo matematico. ma torniamo all’aspetto iniziale:a noi interessa il sesso,il resto è un contorno. alle donne interessa il resto e il sesso è una parte dell’insieme. una donna ancora oggi novembre2004 sa in modo atavico che sesso con sconosciuti uguale gravidanza sola e nessuno che si occupa della prole. per noi maschi sesso con sconosciuta uguale aumento delle possibilità di tramandare i nostri geni a costo quasi zero.non ci sara mai accordo siamo su piani opposti. se dicessimo ciò che vogliamo le nostre possibilità verrebbero ridotte a zero.allora mentiamo,o meglio corteggiamo,lusinghiamo vezzeggiamo…voi guardate tutti i pavoni che fanno la ruota e poi coscienziosamente come la mamma vi dovrebbe aver insegnato segliete quello migliore,quello serio. tutto qui,peccato che la strategia vera quella unica e sola è quella della natura che comunque è interessata a fare in modo che ci si riproduca punto. tutta questa prosopopea da psicologi dell’ultima ora è in antitesi con le strategie evolutive spiegate dagli etologi..l’uomo e la donna sono fatti per fare sesso il cui scopo è la riproduzione. pure gli uomini non sfuggono alle regole scegliendo donne che valutano attraenti secondo dei criteri che privilegiano e predicono la fertilità. gli uomini più audaci,più seduttori più capaci si riproducono con le donne più belle e più fertili…d’altronde le donne non mentono?? Certo e da sempre,la loro menzogna è più raffinata,perchè verte sull’inganno riproduttivo:trucco lifting,push up,silicone parrucche non sono altro che una menzogna per apparire più giovani,più belle più alte…in una parola sola più fertili ed essere scelte nell’accoppiamento da uomini di rango superiore…per avere più possibiltà di successo evolutivo…la menzogna in ambito darwiniano non è reato!!

  43. Aria ha detto:

    Ma io con paziemza convinsi il tizio a lasciargli l’auto. ..crocerossina del cavolo..quel giorno avevo un mal di testa fortissimo …e questo è uno dei tanti episodi si uso della mia persona ma anche di mia figlia di 8 anni! Lui stesso si definiva dootor Jekill e Mr Hide. ..ma pensavo più ad un momento di rabbia che ad una malattia così grave…Oggi mi sento libera…e ho liberato mia fuglia dal suo malessere poiche anche suo padre se ne andato via con un’altra. Sono contenta ma vorrei solo capire io che cosa faccio per attirare questo tipo d’uomo. .cioè se sono affetta da una malattia simile. ..grazie a tutte voi donne che avete condiviso questo momento e commentò. Ce la faremo

  44. Aria ha detto:

    Ma io con paziemza convinsi il tizio a lasciargli l’auto. ..crocerossina del cavolo..quel giorno avevo un mal di testa fortissimo …e questo è uno dei tanti episodi si uso della mia persona ma anche di mia figlia di 8 anni! Lui stesso si definiva dootor Jekill e Mr Hide. ..ma pensavo più ad un momento di rabbia che ad una malattia così grave…Oggi mi sento libera…e ho liberato mia fuglia dal suo malessere poiche anche suo padre se ne andato via con un’altra. Sono contenta ma vorrei solo capire io che cosa faccio per attirare questo tipo d’uomo. .cioè se sono affetta da una malattia simile. ..grazie a tutte voi donne che avete condiviso questo momento e commentò. Ce la faremo

  45. aria de Luca ha detto:

    La mia esperienza con un narcisista perverso mi fa capire che anche noi lo possiamo essere e che lavorare su noi stesse è la cosa più bella e sana che possiamo fare. Cmq l’uomo in questione è riuscito nel suo intento solo perché glielo ho permesso. Il male purtroppo è ricaduto molto sulla mia pelle e su mia figlia. Lui nonostante dichiarazioni di voler fare qualcosa per sé si è risollevato subito con un’altra. C.M.ha ricevuto anche i riferimenti dello psicologo di questo blog tramite me. Nn ci salveremo se non con un sano distacco.

  46. Senzo di paura depressione e vuoto. ecco il risultato dopo sette anni con un narciso ha detto:

    Dopo sette anni con un narciso mi ritrovo a pezzi . Sono riuscita a salvare mio figlio. Ha tentato di distruggerni tute le mie relazioni affettive. Adesso e finita. I postumi sono terribili. Che egoismo

  47. Giova ha detto:

    Diabolici sempre e comunque. Il mio ho scoperto dopo essere anche testimone di Geova e divorziato dopo un lunghissimo matrimonio.

  48. Susanna ha detto:

    Mamma mia, ho capito chi è Grazia. A Ostia e dintorni è molto conosciuto e non in bene. Fa parte di na famiglia di testimoni di Geova della zona.

  49. Greta ha detto:

    L’ho conosciuto dopo una storia finita male in cui ho anche perso un bambino. Lui si era da pochi mesi separato dalla seconda moglie dalla quale aveva avuto due bambini, a suo dire lei lo aveva cacciato di casa perché era una psicopatica e lui stava soffrendo come un cane. Abbiamo cominciato a frequentarci, raccontandoci le nostre storie e curando le reciproche ferite. Dopo meno di un anno abbiamo deciso di convivere, all’inizio un sogno, attenzioni, amore e tenerezza. I suoi bimbi piccoli con noi a domeniche alterne, due amori tenerissimi che hanno confermato il mio desiderio di maternità e in breve la sua dichiarazione di non volere al momento altri figli da me, ferite ancora non rimarginate, bisogno di tempo. Ma le cose vanno come devono andare e io resto incinta per una sua disattenzione. Scoppia la fine del mondo. L’uomo buono che credevo di avere trovato diventa un bruto, cerca di farmi abortire in tutti i modi, per nove mesi di gravidanza mi tratta come una pezza da piedi, mi lascia sola, minaccia di andarsene continuamente, ma non lo fa. Mi convinco che la sua sia una reazione umana di paura, vado avanti, lavoro, mi occupo della casa, cerco di essere una buona compagna nonostante tutto, e il mio bambino nasce. La sua nascita lo cambia. Si innamora del bambino e io penso che i problemi siano ormai alle spalle. Oggi quel bambino ha 15 anni, noi ci siamo sposati alcuni anni fa e teoricamente le cose si sono sistemate ma….. Le condizioni sono durissime: lui è un biker amatoriale e tutte le domeniche e spesso nei feriali compatibilmente con il suo lavoro esce in bici con i suoi amici e io non ho voce in capitolo, mai una domenica insieme, mai una pizza noi tre, mai niente. Lui con me non parla ma grugnisce, è sempre duro ai limiti dlla crudeltà e se lo invito a dialogare con me ben che vada mi oppone il silenzio e l’accusa di essere lagnosa e di essere sempre pronta a recriminare, cosa che non faccio oramai da anni. Non mi fa mai un sorriso e se gli dico che sarebbe il caso di cercare di farci aiutare, mi oppone un ghigno sarcastico e mi dice che non c’è niente da aiutare, che è tutto nella mia testa, se gli chiedo se ha voglia di troncare diventa aggressivo e mi urla: se è quello che vuoi non hai che da dirlo! Io mi sento piccola piccola, inutile, incapace di portare avanti con lui un discorso che lo coinvolga, poi vado su FB e trovo le mille immagini di lui felice e ridente con i suoi amici/amiche nelle sue scorribande in montagna in bicicletta in posti meravigliosi che io non posso far altro che immaginare mentre sono lì che corro tra il mio lavoro, le faccene domestiche, la preparazione dei pasti, la cura del figlio. In compenso non ammette deroghe sugli orari dei pasti, se non è tutto pronto agli orari che dice lui me lo fa pesare come un macigno, come se io fossi incapace di assolvere ai più minimi compiti domestici…. Non ho diritto ad avere un mio hobby ( adoro il bricolage) che ha definitivamente bollato come “una cretinata che non ti fa guadagnare niente e toglie tempo alla cura della famiglia”… Io sono ai suoi occhi solo una fonte di reddito per pagare l’affitto, e da quando il mio lavoro non va molto bene e quindi deve provvedere maggiormente lui alle necessità dlla famiglia, io ho perso valore…non sono più la vacca grassa da mungere…. Mi sento prossima all’esplosione, covo una rabbia sorda in cui faccio sempre più fatica a contenermi, mi vedo con gli occhi della mente metre gli infilo un coltello nel cuore, poi sto male per i miei brutti pensieri, penso a nostro figlio, un angelo meraviglioso che sta somatizzando tutto il malessere che respira quotidianamente con frequenti attacchi di emicrania e una grande insicurezza relazionale. Cerco di proteggerlo minimizzando come posso, supplendo alle assenze paterne colmandolo di cure e attenzioni, ma non basta. Non ho grilli per la testa, non cerco una via di uscita attraverso nuove relazioni, anzi, un altro uomo è l’ultima cosa al mondo che vorrei, ma non ho la forza economica per provvedere da sola al mantenimento mio e di mio figlio, e so che mio marito non ha la forza economica per provvedere a se e a noi da separati. Mi sento in trappola e spesso prego di ammalarmi e morire. Sono sicura che anche lui prega perché ciò accada. Ho dieci anni meno di lui, sembro molto più giovane della mia età, sono bella e molto più colta di lui. La mia famiglia dice di capirmi ma mi incoraggia a tenere duro per il bene del figlio, io penso per evitare di rimettersi in casa due persone in più e per non dover dare conto alla “gente” del mio fallimento, quindi sono sola. Per me forse non c’è soluzione, ma per quelle che sono ancora in tempo, vi prego scappate da persone così, un uomo per il quale la propria donna, la famiglia, sono in totale subordine al proprio svago, per il quale il dialogo è un peso, che pretende e non dá, che riserva alle persone più vicine il malumore e agli estranei la parte migliore di sè, è un uomo da cui tenersi alla larga per la propria salute mentale e per la propria stessa sopravvivenza. E non credete alle storie patetiche che raccontano: mia moglie non mi capiva, i miei genitori mi misero in collegio, non ho avuto fortuna nella vita… Sono palle, il vittimismo è la loro arma di conquista, e quello che conquistano loro poi lo disprezzano perché così facendo distruggono l’autostima di chi vive con loro potendoli poi ricattare e controllare. Sono diabolici forse inconsapevolmente, e questa loro inconsapevolezza ci induce a giustificarli e a tollerare l’intollerabile. Un abbraccio colmo di affetto a tutte quelle che possono farcela e soprattutto a quelle che come me, pur avendo compreso, non vedono una via di fuga.

  50. Giova ha detto:

    Un storia con tanti perché…lui 54 anni, bell’uomo brizzolato ed elegante che fa il cassiere del bar e fa il pavone con tutti/e per risultare al centro dell’attenzione. Io 38 anni, bella ragazza che aveva chiuso il suo cuore da alcuni anni, che inizia questo nuovo lavoro a maggio 2013 come assistente in un contesto importante e che si lascia ammaliare dalla simpatia di quest’uomo che pian piano la invita a uscire, le chiede il cellulare, la invita alle terme, fa il carino e le si avvicina con garbo. Mentre ero in macchina in viaggio per le vacanze estive mi chiama per dirmi che non ero passata a salutarlo…ripeto sempre sms carini e simpatici che riprendono a settembre. Stesso copione tutte le volte che andavo al bar nel chiedermi quando saremo usciti, che aveva aspettato la mia chiamata che sapeva non sarebbe arrivata e della serie “tu non uscirai mai con me!”, sempre in modo complice-scherzoso ma mai senza invitarmi direttamente.
    Alla fine sono io che mi sento attratta da lui e che volevo darmi una possibilità con un bell’uomo che mi corteggiava in un novembre triste e soltanto lavorativo.
    Il venerdì gli propongo il cinema e la domenica alla fine sono io a inviargli un sms “E allora?” . Lui mi chiama quasi incredulo e mi dice che finito il turno alle 16.00 sarebbe passato a prendermi. Molta emozione e quando è venuto era impacciato perché non sapeva a che cinema portarmi (sotto casa mia c’è un multisala!). Con il navigatore arriviamo ad un cinema che lui aveva visto passando e poi dopo il cinema, dove sembravamo due che si conoscevano da tempo e dove si era limitato a sorridermi e a sfiorarmi la gamba, era ancora presto e mi chiede di prendere un aperitivo. Lui era un pesce fuor d’acqua in quel posto pieno di ragazzi e capisco da più cose che non era abituato a uscire i sabato sera. A me sembrava strano che non ci provasse e così vicino casa mia mi lancio in un bacio che ricambia e a cui seguiranno altri baci. Lui si insinua nella mia mente e durante la settimana ci vedevamo in posti nascosti e lui a chiedermi quando avremmo “consumato”. Il linguaggio è quello di una persona con un livello culturale medio e si può giustificare. Il sabato sera mi invita a casa sua e ci tiene a ribadire che ero la prima donna ad andare in questa casa dove lui era in affitto da maggio scorso. Mi dice anche che un suo vicino gli voleva presentare una ragazza ed ora nel vederci salire le scale era sorpreso di vederlo con una donna. Entro in casa e dell’uomo piacione e simpatico al lavoro vedo un uomo solo che mi aveva preparato la cena e con cui ho trascorso la notte a casa sua come se fossimo una coppia con grande confidenza. Il lunedì parto e ci inviamo sms per una settimana. Torno al lavoro e mi invita a casa sua con cena comprata in un ristorante dove mi dice che non tornava da tempo, quasi con sguardo malinconico, e poi mi inizia a raccontare della sua ex che l’aveva tradito con il vicino di casa, del fatto che non avevano voluto avere figli e che i suoi colleghi di cui parla sempre male non sapevano niente di lui. Senza dilungarmi molto dico che dopo le cene e notte romantiche con intesa sessuale è passato a inventarmi scuse pur di non vedermi i fine settimana e cercando di dilazionare sempre di più gli incontri e le andate a casa sua. Il suo atteggiamento mi insospettisce e gli chiedo come mai non aveva desiderio di vedermi e lui si giustifica dicendo che aveva turni di lavoro che lo stressavano, che per lui non cambiava nulla se non mi poteva vedere un giorno, che potevo partire per le vacanze di Natale (non si è fatto vedere per i tre giorni precedenti la mia partenza e invece mi chiamava per accertarsi che fossi arrivata a casa dei miei) tanto lui non avrebbe fatto niente di speciale. Se lui avesse avuto donna non mi portava a casa sua! In effetti ho scoperto che non era sposato come avevo pensato. Io intanto mi ero sporta verso di lui e gli dicevo che stavo bene con lui e cercavo di vivere una quotidianità sempre molto discreta. La notte di Natale lo chiamo ed era a casaLa cosa che più mi la notte di Capodanno mi chiama dopo la mezzanotte, lo sentivo durante la giornata e mai un sospetto che facesse altro. Solo un paio di volte aveva il cellulare irraggiungibile la sera ma dopo mi richiamava. La cosa che mi ha iniziato a insospettire è stata quando dovevo tornare dopo le vacanze e lui era freddo tanto che l’ho chiamato io il giorno dopo il mio rientro per dirgli se ci vedevamo. Lui mi accoglie freddamente, andiamo a fare un gelido giro in spiaggia e lui distante, senza emozioni (non ha mai avuto grandi slanci e non abbiamo mai approfittato dello stare nello stesso posto di lavoro, anzi!). Andiamo a casa sua gli do due regalini e lui non sembra apprezzare e alla mia domanda se gli ero mancata mi guarda male e mi dice un secco no. Dopo si rasserena e andiamo a letto dove giustifica il fatto di non avere consumato molto il rapporto perché non mi vedeva da 20 giorni. Dopo mi fa capire che è meglio che mi accompagni a casa. Da lì 20 giorni senza vedersi fino al giorno prima del suo compleanno a cui chiedo io di vederci perché mi faceva piacere festeggiare con lui. Lui ripete il copione: spiaggia, sguardo perso nel vuoto, anaffettivo, sms a cui non risponde, casa sua, rapporto veloce e poi casa…il giorno dopo, suo compleanno, nemmeno un invito o un caffè ma la scusa che festeggiava a casa del fratello che abita vicino a lui e dove va spesso. Io ci rimango male ma non voglio opprimerlo…durante questi 20 giorni, febbre eterna, scuse per non farmi andare lì il fine settimana, freddezza sul lavoro e distacco. In tutto questo si intensifica quello che avevo sempre notato: lui era sempre al telefono (solo una volta mi passò la nipote per presentarmi come la fidanzata), alcune volte a litigare e si giustificava dicendo che era con uno dei tanti nipoti che gli doveva dare dei soldi) sms che riceveva e inviava e quando entravo riagganciava. Il sospetto l’ho sempre avuto che lui stesse al telefono con donne perché lui amava farsi vedere dai colleghi come il grande corteggiatore e, in questa sua evidente tattica di allontanamento per indurmi a mollare, la situazione mi era parsa più evidente. Una volta si giustificò dicendo che lo chiamava un gestore telefonico per le promozioni, altre scuse, etc. La molla nel mio cervello da donna non desiderata, come avevo fatto presente a lui, mi scatta quando ero in cassa e continuava a squillare il suo cellulare e lui non poteva rispondere. Io gli ho preso il cellulare di fronte a tutti, compresi i colleghi e persone molto importanti del nostro ambiente, e corro via verso il corridoio. Lui mi insegue per riprendersi il cellulare mentre io lo stavo sbloccando. Dopo sono ripassata da lui e gli ho dato dello str…e un bel vaffa. Lui si è sentito ferito a morte e umiliato sul posto di lavoro. Ne abbiamo parlato al telefono ma lui non mi vedeva più come la ragazza che aveva conosciuto perché con quel gesto avevo messo tutto in discussione. Cosa a quel punto? Ho sofferto molto, gli ho scritto una lettera per scusarmi, lui ha continuato a rimarcare il mio gesto (credo di avergli offerto un alibi su un piatto d’argento!),per ben tre mesi entravo al bar e lui mi guardava male e usciva dai luoghi dove ero anch’io. Io mi sono allontanata per un paio di settimane e quando sono ritornata con il mio capo lui ha visto che ero tranquilla ed è rimasto al suo posto. Nessun saluto, molta freddezza, io non l’ho proprio considerato perché avrei alimentato narciso, lui con i suoi soliti atteggiamenti e che cambiava corridoio se mi vedeva fuori dal bar. Un gioco al massacro che a me è costato la serenità al lavoro, 5 kili e la sana psicoterapia. Lui, dopo 4 mesi si è deciso prima a salutarmi e poi ad avvicinarsi perché giorni fa è andato via. Mi ha voluto fare presente che lui aveva pensato di aver trovato la ragazza in quel posto, che aveva invitato solo me a uscire (bugia perché l’ha fatto con una mia nuova collega che non sa nulla della nostra storia ma non il cellulare), a cui ha chiesto il numero. Io avevo avuto tutto secondo lui e ho invece voluto credere a quello che mi dicevano gli altri (chi? Credo i suoi colleghi che lo dipingono come quello che ha occhi per tutte). Una marea di accuse per sentirsi in pace con se stesso. Ma io gli ho detto che la mia reazione era stata determinata da una serie di emozioni nuove che stavo vivendo in un rapporto adulto, che avevo intuito la sua trascuratezza nei miei confronti (e lui a confermarmi che era un’idea mia) che non sarei mai stata con lui se avessi pensato che usciva con altre e alla fine l’ho anche abbracciato spiazzandolo, credo. Lui mi ha detto che non vuole la trombamica, che non crede nell’amicizia post relazione, che lui mi aveva dato tutto,che mi aveva portato a casa sua, che anche l’intimità tra noi sembrava andasse bene. Voleva essere rassicurato e avere conferme e io due giorni dopo sono passata al bar dove lui stava per andare via e dove mi aveva chiesto se passavo quando l’avevo incontrato un paio d’ore prima. Gli ho restituito il saluto nel posto dove si era svolta la scenata, di fronte ai suoi colleghi, un bacio con un arrivederci e lui che mi saluta con un “ci sentiamo”. L’ho rivisto altre tre volte di cui la prima gli sono andata incontro e ci siamo baciati in ascensore. Poi è trascorsa l’estate senza che ci fosse il minimo contatto. Io sono stata a Pechino a fine settembre e quando sono tornata una sera mi è arrivato un messaggio su viber che diceva “hei come stai, non mi hai pensato”. Non posso dare per scontato che lo abbia inviato lui perché non ho più i suoi ben tre numeri. Comunque, io ero tornata dalla Cina con una ritrovata autostima al lavoro e, quindi, mi sono sentita forte da rispondere…indipendentemente da chi me lo aveva inviato…l’ho rivisto altre due volte a ottobre e mi sono limitata a salutare e a proseguire per la mia strada. Lui era lì che mi ha salutato e si aspettava che io mi avvicinassi come avrei fatto in passato. Durante l’estate volevo sapere e capire così ho cercato informazioni su mister x. E sono venuta a sapere di un matrimonio per ben 25 anni e l’appartenenza ad una “setta” religiosa. Adesso dico a me stessa di non averlo mai conosciuto.
    Finisce così questa storia dolorosa, dove non mi sono sentita più desiderata, dove ho visto un uomo in fuga da me ma è convinto che sia stata io a rovinare tutto, con un uomo attaccato al cellulare e poco empatico nel reale (ho quasi preso sempre io l’iniziativa), un 52enne che ti dice quasi subito di volere dei figli e una convivenza da te, un ragazzo cresciuto che ha bisogno di sicurezze indossando una divisa e facendo il cascamorto con tutte. Io adesso lo vedo nella sua fragilità, come lo sono anch’io, e non posso che accettare che lui non mi voglia. E come ho detto anche a lui, lo devo ringraziare perché mi ha fatto capire di avere degli obiettivi! Mi manca tanto, anche il gioco che c’era al lavoro nel bene e nel male, perché la mia anima in qualche modo e per poco tempo ma allo stesso tempo,un tempo infinito, ha comunicato con la sua.
    Adesso la mia risposta: mai farsi abbagliare dall’apparenza!
    Lei cosa ne pensa Dottore? Le sarei grata se mi potesse dare una suo parerebbe

    • admin ha detto:

      Le rimando una risposta semplice. Perché continua a cercare un uomo che, evidentemente, non ha nessun intenzione di creare una relazione stabile con lei? Dovrebbe guardare dentro sè stessa per capire cosa la attrae in un uomo anaffettivo e sfuggente.

  51. Giova ha detto:

    La ringrazio per la sua risposta che, in qualche modo, è quella che mi sto dando io tutti i giorni. Mi sto leggendo dentro, anche grazie al supporto di una psicoterapeuta, e ho capito che il problema è stato per me quello di aver accantonato la mia vita sentimentale per molti anni. Lui ha rappresentato le attenzioni, il corteggiamento, il sentirsi al centro delle attenzioni di un uomo come da tempo non mi succedeva più. Adesso sto lavorando su me stessa perché desidero un rapporto maturo fatto di condivisione e reciprocità. Le invio gli auguri per il nuovo anno. Di nuovo, grazie.

    • gianni ha detto:

      Ti sei cosi presentata: Io 38 anni, bella ragazza che aveva chiuso il suo cuore da alcuni anni, che inizia questo nuovo lavoro a maggio 2013 come assistente in un contesto importante;
      Non fosse che ti eri proposta con fare di donna desiderabile ed ora ti ritrovi a constatare che sei semplicemente normale ed hai trovato un uomo che ha voluto sfruttare l’occasione e che il narciso non è Lui ma forse lo sei tu? Ora hai trovato pan per i tuoi denti!Lascia perdere perchè hai perso e non ti conviene continuare a
      a sperare di vincere perchè non hai da vincere nullacon un mezzo uomo del genere:che dici? Non pensi che hai perso tempo?

  52. Giova ha detto:

    Ultima cosa gentile dottore: non l’ho mai cercato né con telefonate né con messaggi. E no so se il messaggio che ho ricevuto fosse da parte sua…non ho voluto verificare. Questo perché in cuor mio sono consapevole che non si può ricostruire nulla dalle macerie e che qualsiasi contatto con lui mi avrebbe fatto soltanto del male. Sono certa che il tempo mi aiuterà, intanto il primo step importante per me è stato quello di non andare incontro ad una inutile e ulteriore sofferenza. Ho accettato il rifiuto e ora voglio lavorare per una relazione futura sana. Saluti e ancora grazie.

  53. Luigi ha detto:

    Interessante la descrizione della tipologia, calzante anche per “amore” tra uomini o “amore” tra donne.

  54. cindy ha detto:

    Buon giorno,

    sono figli di un padre narcisista e non riesco a liberarmene. Odia mio marito e da quando hanno fatto affari insieme la situazione è andata degenrando. Mio padre è anche una persona violenta. Ha ancora messo le mani al collo a mia madre e in passato anche a me. In questo periodo è furibondo contro me e mio marito, ricorda sempre episodi passati e li gira come vuole lui. Vorrei chiudere per sempre questo rapporto. Ma ho paura che esploda e mi venga a cercare. Inoltre voglio continuare a vedere mia madre e è sempre più complicato perchè lui non sopporta che lei mi voglia bene… Può un narcisista arrivare a farmi del male rischiando la galera? O tende di più a voler solo terrorizzare ma senza compiere nulla di estremo?

    Grazie mille.
    Cindy

  55. Senzo di paura depressione e vuoto. ecco il risultato dopo sette anni con un narciso ha detto:

    Riescono a fare del male.bloccarli a tempo e come. Sono degli artisti nel creare quel legame vittima carnefice.

    • Mestessa ha detto:

      Conosco molto bene questa sensazione. Credevo che mai mi sarebbe accaduto. Io, la donna forte, la guerriera invincibile. Ti ritrovi un giorno a fare i conti con la tua fragilità ed ecco che lui appare. È più fragile di te ma è bravissimo a nasconderlo. Vive di menzogne, si dice disposto all’amore ma lui non può amare perché dietro le sue mille maschere, lui, si odia. Si odia profondamente e con ferocia.
      Passano gli anni. Noi non siamo stupide, né deboli. Noi comprendiamo quanta fame c’è dietro le manipolazioni, la violenza, le offese. Ma restiamo: restiamo perché vorremmo salvarli. Perché anche loro, pensiamo, meritano di conoscere l’amore. Ci accolliamo il peso del loro enorme vuoto. Ne diventiamo responsabili. Sbagliamo, ma siamo noi le più forti, le più intelligenti.

      Poi arriva sempre il giorno della resa dei conti. Capiamo. Dopo anni di amore lanciato nel vuoto, c’è ne andiamo. Lui scalpita e colpisce più forte. Ma é tardi, troppo tardi per lui. Non siamo state noi a salvarlo. Qualcosa potrà? Non è affar nostro, non più.

      Soli con la loro sofferenza, la loro ragione.

      Di sfuggita, uscendo dalla stanza fissiamo uno specchio dimenticato.
      Rotte, traumatizzate, fragili, incattivite, ci ricordiamo di noi.

      E cominciamo di nuovo a farci belle.

  56. jenni ha detto:

    Ciao a tutte,è la prima volta che scrivo in un forum..le storie sono un fiume in piena di parole lette e rilette e purtroppo vissute.
    La prima volta che a fine agosto dello scorso anno mi lasciò non avrei mai creduto di riprendermi. Non ero a conoscenza di questa malattia. Capivo che quello che subivo non era normale ma non capivo perché per come ecc..
    mi umiliò mi denigrò che ero un asociale, che non avrei mai trovato nessun altro e di certo lui non sarebbe mai più tornato con me. io ero la fonte del suo stress e del suo malessere. quando provavo a comunicare mi zittiva o non mi rivolgeva parola e dovevo inventarmi miriadi di scuse e sopportare il suo egoismo. di mio peso 47 chili e in quel mese ne persi 4. oltre a perdere la mia dignità. a metà ottobre stavo meglio..capìì che senza di lui per uno strano motivo stavo meglio. lui mi considerava anormale (sulla base di che poi..) e io gli dicevo sempre..come fai a stare con chi disprezzi? lui mi vedeva bellissima forse per questo non riusciva a staccarsi non lo so. fatto sta che io a metà ottobre avevo energie nuove e volevo una vita più bella. mi vedevo anche più bella e mi sentivo finalmente serena.
    lui tornò..io subito lo rifiutai non capìì il motivo del suo ritorno.
    Sapete come finì? Certo che lo sapete..come da copione! lui mi riconquistò. io volevo dimostrargli che ero finalmente migliore,ma misi subito delle condizioni a breve termine riguardanti una convivenza. lui mi lasciò pochi giorni fa perché non poteva darmi una convivenza ora..vive con la madre (ha 28 anni) e per la madre sarebbe impensabile perderlo..mah.
    lui mi ha dtt..restiamo amici?Ma si vita nuova dai.
    Mah.
    ora che ho scritto qui è reale,è malato e spero non tornerà..io subito ho accettato l amicizia ma dopo 2 giorni gli ho confessato di stare bene anche senza di lui..lui mi disse che era felice che stiamo entrambi bene..e poi mi salutò con un “a presto”. Secondo voi potrebbe tornare? Tra poco più di un mese è il suo compleanno ma non vorrei fargli gli auguri non vorrei più avere contatti. Ma se non glieòli faccio lui potrebbe chiedere spoiegazioni. consigli?grazie di cuore 🙁

  57. jenni ha detto:

    ah..quando tornò da precisare che mi confessò che se non ci fossimo rivisti luio avrebbe voluto fare un incidente per farmi andare lì

  58. Annie ha detto:

    Ciao Jenny…io da un mese esco da una storia di 5 anni con un narcisista perverso…ti do un consiglio da donna fin che sei in tempo lasciamo perdere…credimi magari ai tuoi occhi ti fa pena perché questi esseri sono bravi a fare le vittime..ma pensa quando tu stavi male ri accusava di essere il tuo stress…ti trattava male ti rifiutava (almeno quello che succedeva a me)a lui facevi pena? Credimi rientri in un circolo vizioso in cui non uscirai facilmente e solo perché se ne approfitta dei tuoi sentimenti…. Il mio ex è figlio di separati quindi era bravo a fare la vittima…dopo 5 anni di convivenza in cui pagavo tutto io perché al signorino nn gli stava bene nnt mi trattava una merda.. Non mi dava affetto diceva che ero azzeccosa…. Quando usciva nn mi contattava mai se mi doveva lasciare sola lo faceva… Diceva che io avevo un carattere di nwrda..mentre io cercavo di accontentarlo in tutto gli dato amore anima… Anche a livello materiale anche una auto facevo tutto io… E nnt aveva degli scatti di rabbia che sfogava su di me.. Ed ho 24 anni…in tt qst mi ha lasciata un giorno per msg dicendo che non voleva sentirmi mai più…perche io stavo incominciando a ribellarmi quindi nn andava più bene… Ragazze credetemi uscite da queste relazioni sono solo persone che se ne approffitano dei sentimienti per avere i propri interessi e manipolare le persone…
    Baci
    Annie

    • jenni ha detto:

      Annie,forse più passa il tempo e più ci riapproprieremo della nostra vita,per questo spero di non venire più cercata da lui.
      Ho letto tante cose,tanti post,tante documentazioni,ma vorrei mettergliele sotto il naso! Magari ci si riconoscerebbe ma ormai penso solo che non ci arriverebbe mai.
      A distanza di tempo dobbiamo imparare a non caderci più,perché non sono del tutto sicura che non si faranno mai più sentire..la prima volta che mi lasciò (per mess senza spiegazioni) tornò dopo 2 mesi.
      sono stufa di essere denigrata da lui!
      Annie purtroppo queste persone non sanno dare affetto..sono inanimati..io glielo leggevo nello sguardo che gli mancava qualcosa;era uno sguardo perso nel vuoto che non riusciva a esprimersi era freddo vuoto senza anima.

  59. Claudio Bardi ha detto:

    Allora, intanto devo dire che io sono un “narcisista perverso”, anche se in realtà “perverso” mi sembra eccessivo, ecco. E poi che, però, c’è qualcosa di sbagliato nell’identikit delineato, perchè molti aspetti li riconosco, ma altri proprio non mi tornano. In più, voglio dire che questo testo mi sembra proprio UN ATTACCO TERRORISTICO, volto a indurre terrore e panico nei confronti di un PRESUNTO mostro. Eh. Sarò pure un narcisista, ma a guardarsi intorno, oh, c’è parecchia gente messa parecchio peggio, eh. Non esageriamo, dico. A leggermi qui sembro un assassino. Su. Non è, mi son poi domandato, che chi ha scritto questa roba ha proprio questo come fine, indurre il terrore per certi tipi per farsi più bello al confronto, eh? Un narcisista SUBDOLO…! Sarà peggio del “perverso”?

  60. Claudio Bardi ha detto:

    Che cos’è l’amore? E’ una delle domande storiche e quotidiane più ripetute. Ed è un po’ nauseante, forse, insistere continuamente a porre la questione, eppure… Che cos’è l’amore?
    Quando già solo vedere una certa persona sorridere ci mette di buon umore, probabilmente è ancora troppo poco o troppo presto per dire che sia amore: può sempre essere solo un’infatuazione, e poi potrebbe succederci anche con una persona sconosciuta. A proposito: è necessario conoscere una persona per amarla? Il famigerato “colpo di fulmine” va annoverato tra le infatuazioni, sembra.
    Amare con tutto il proprio essere un’altra persona; unirsi in comunione con lei fino a diventare una cosa sola; non riuscire a vivere senza di lei ed esser pronti a morire pur di non perderla; amarla fino alla follia: forse queste cose, belle forti, possono avvicinarci di più alla comune definizione dell’unico, vero, grande amore della nostra vita. Però sembrano perfette anche per definire la fede profonda in una dottrina religiosa o il fanatismo estremo per un ideale socio-politico. D’altro canto, l’amore è anche, almeno, un’idea e un’ideale allo stesso tempo, un concetto astratto. Cosa si potrebbe dire dell’amore che non si possa già dire anche per la felicità, la libertà, la giustizia e via elencando ogni altra ormai storica utopia? Dov’è realizzato questo amore? Dove lo si può vedere con i propri occhi? In chi è comprovabile? Attraverso la moderna confidenza con l’analisi psicologica, non sarebbe certo difficile ridurre quasi ogni genere d’amore che vediamo in giro in precise patologie d’ogni sorta. L’amore narcisista che ama l’altro solo per avere un’ennesima conferma della propria amabilità; l’amore dell’egocentrico che ama l’altro solo come proiezione esterna di se stesso; l’amore adolescenziale che ama l’altro solo per desiderio passionale; e poi ancora, l’amore che si riduce a possesso, a strumentalizzazione o a utilitarismo al fine di costruire una solida famiglia in cui crescere i figli: tutti falsi amori, sembrano.
    Come fa, dico io, come fa a non venirci in mente a tutti che la natura, forse, ci ha fatti in un certo modo per cui l’unico vero amore che può provare l’essere umano, come ogni altro animale, è quello per la propria prole? E che tutto il resto sia concezioni astratte, utopie ideali, pippe mentali, balle a profusione? Amiamo solo noi stessi, i nostri figli e quel che ci fa sentire bene. Se la psicologia generale ha ragione, ogni volta che ci sentiamo di amare un’altra persona che non è sangue del nostro sangue, probabilmente stiamo solo proiettando noi stessi e i nostri ideali in quella persona. Quella persona l’abbiamo vestita e rivestita dei nostri desideri e dei nostri bisogni; indossa bene i nostri sogni.

  61. Manuela ha detto:

    Ciao a tutti, ho trovato questo sito per caso, e leggendo la descrizione del narciso, mi è parso di riconoscere molti tratti ( anche se non tutti) del ragazzo che sto frequentando. Adesso vi racconto la mia storia, con la speranza di riuscire a capire se lui appartiene a questa categoria ( ma temo di si). Io l’ho conosciuto in una chat due anni fa, e da allora chattiamo con regolarità. Purtroppo non ci siamo mai incontrati. ( Lui abita all’estero). Già dal principio, pur essendo gentile e carino lui ha fatto capire che quello che detta le regole è lui. Io in questi due anni avrei voluto assolutamente incontrarlo dal vivo, perchè per me è inproponibile una storia virtuale che non diventi concreta. Lui ha sempre detto di non poter viaggiare per venire a conoscermi, a causa dei suoi impegni di studio e lavoro, e allora mi sono offerta di andare io. Ma non l’ho visto entusiasta, pur acconsentendo alla cosa. Ma ha meso molti paletti, per esempio pur vivendo solo e dicendo di avere un appartamento di sei stanze, mi ha detto di non poter ospitarmi, e che avrei dovuto andare in hotel ( dice che la sua casa non è adatta ad ospitare gente). Inoltre ha detto che avrebbe potuto dedicarmi solo un giorno, perche è molto impegnato. Ma io dico: vado dall’altra parte del mondo e mi sparo 12 ore di aereo per vederti un giorno soltanto??? ( io volevo fermarmi almeno una settimana). Cosi ho lasciato perdere e non sono piu andata. Ma continuiamo a chattare, lui mi dice che sono molto importante per lui, che ci tiene, ecc.. ecc..
    ma a me sembrano solo parole. Noi parliamo solo su skype perche non mi ha mai dato ne chiesto il numero di cellulare, ma la cosa che piu mi lascia perplessa, è che non vuole darmi il suo indirizzo. IO dico: chattiamo da due anni, dici che mi consideri la tua fidanzata anche se non ci siamo mai incontrati, dici di tenere a me e poi non vuoi che io sappia dove vivi??? Io non sono una stalker, non voglio di certo fargli un’improvvisata o robe simili ( non sono il tipo), ma probabilmente lui non si fida o nasconde qualcosa! ?? IO gli ho dato il mio indirizzo, perche sono trasparente, e volevo il suo anche per mandargli dei regali, delle lettere o delle cose carine,ma niente da fare. Non rifiuta apertamente ma continua ad inventare scuse assurde per eludere la mia richiesta. Inoltre, si fa vedere poco su skype, nonostante sia il nostro unico mezzo di comunicazione. A volte passa anche una settimana o dieci giorni, prima che si colleghi, e se gli chiedo spiegazioni continua a dirmi che è sempre impegnato, che ha il focus nella carriera, che deve costruire un buon futuro per lui e i suoi genitori ( e io???) e quindi continua a farsi desiderare e fare il prezioso. Io mi sono allontanata un paio di volte, ma lui mi viene a cercare su skype e cerca a tutti i cosri di ri-acciuffarmi, e non mi lascia andare via. Io soffro perchè mi sembra di stare assieme a un fantasma. Adesso mi illude dicendo che in futuro verrà a trovarmi. Io non gli credo piu e penso che lo dica solo per non perdermi. Ma lui insiste a dire che io sono importante, e bla bla, e cosi non mi lascia libera. Non capisco se è immaturo o egoista. Se gli rimprovero la sua poca presenza ha sempre tremila giustificazioni..
    non so piu che fare perchè non riesco a mollarlo, ma non voglio nemmeno passare la vita a chattare, senza vivere la storia nella vita reale. Lui continua a dire che in futuro ci vedremo, che gli piaccio, che sono la sua ragazza ecc.. ma a me sembra invece che lui sia concentrato solo sui suoi bisogni e basta. Inoltre dice di avere altre amiche in chat, ma che io sono ” speciale”. Mi prende in giro? possibile che un uomo non abbia l’esigenza di incontrare davvero la sua donna, di baciarla e farci l’amore? Secondo me appartiene alla categoria dei narcisi… Cosa ne pensate? e cosa dovrei fare? non riesco a lasciarlo, perche le poche volte che c’è è romanticissimo, tenero, mi riempie di baci virtuali. Ma dopo tutte queste tenerezze, a volte sparisce per piu di una settimana. Poi rispunta come se niente fosse e dice che e stato impegnatissimo ( lavora e studia all’università contemporaneamente). Ma a parte le sue assenze, che motivo puo avere nel non farmi sapere il suo indirizzo? forse vuole essere libero di sparire senza che io possa rintracciarlo??? A me sembra uno che cerca continua conferma del suo potere seduttivo, infatti ha una grande sete di complimenti, e io lo appago perchè nutro moltissimo il suo ego.

    • Lia ha detto:

      Non ho mai capito come alcune donne non riescano a vedere la realta’ e non capisco come possano permettere di farsi prendere in giro cosi palesemente. A me, uno, che neanche ho mai visto e che fa cosi il difficile da subito, che mette avanti mille ostacoli, mi farebbe crollare la libido in un nanosecondo. Come puo interessare una persona che tratta con tal sufficienza? Ho avuto esperienze in chat e tutti gli uomini che ho conosciuto si sono proposti loro di venirmi a trovare, anche affrontando viaggi di diversi km. Dovrebbe essere cosi. Se un uomo fa cosi il difficile, non e’ interessato, inutile insistere, sara’ sempre peggio. Ognuno ha la propria dignita’, che e’ sacra, poi se permettete agli altri di calpestarla, la colpa e’ anche vostra. Basta far la figura delle disperate! Le cose devono andare lisce come l olio DA SUBITO, se ci sono intoppi, cose poco chiare e che non tornano, si deve lasciar perdere immediatamente!!

  62. Elizabeth ha detto:

    ciao a tutti, si è introdotto nella mia vita mostrandosi l’uomo perfetto. Un giovane avvocato milanese propenso ad aiutare il prossimo. Un anima così sensibile da essere vegetariano. Ha faticato parecchio a concquistare la mia fiducia e anche se nel giro di pochi mesi abbiamo iniziato una relazione ho sempre sosptettato di lui… Un bel giorno ho deciso di pedinarlo e l’ho fatto per una settimana (lo so è sbagliato) volevo vederci chiaro. I casi erano 2: o avevo a che fare con un angelo e io ero visionaria o con un diavolo. Ovviamente ho scoperto che era un super diavolo… Bugie, altre relazioni (tra l’altro non protette!). L’ho invitato a casa mia per parlargli senza fargli capire nulla. Nell’oretta che è stato qui ho abbozzato delle frasi ma prive di un vero contenuto ma ero così disgustata che non riuscivo a parlare. Lui tra l’annoiato e lo stanco è andato via. Ora è qualche giorno che non lo sento più. Non sento dipendenza. Non provo più nulla per “lui”. Ero innamorata di un uomo che non esisteva e averlo capito mi ha reso facile la cosa. Auguro a tutte voi di capire che ciò che amiamo è l’immagine che ci siamo costruite di lui e non è la realtà. Svegliatevi!

  63. MONY66 ha detto:

    Questa storia pur avendola vissuta .. non mi appartiene. Non mi riconosco in questa Monica. Sono sempre stata una donna razionale..
    capace di assumersi ogni responsabilità senza nessun timore. Non conosco le mezze misure .. non so darmi a metà .. in qualsiasi tipo di
    rapporto … ma non avrei mai pensato di ridurmi in questo stato. Se me lo avessero predetto non ci avrei creduto. Forse per troppo tempo
    ho dimenticato l’essere donna .. sono stata una moglie e una madre .. ma la parte femminile di me l’ho lasciata morire .. e .. lui si è
    insinuato proprio in questa parte .. ovviamente con la mia complicità.
    Cominciamo (all’inizio sarò un po prolissa perchè è la parte credo più importante):
    Io: 48 anni … sposata da 25 … due figli grandi … un matrimonio finito da 10 .. impossibile per il momento la separazione “vera” (ora non è importante .. altrimenti scrivo un libro). Vivo a Milano.
    Lui: 54 anni … sposato da 25 … una figlia grande .. un matrimonio a suo dire finito e seperato in casa (probabile verità … capirai dopo ed
    inoltre non potevo contestargli questa cosa visto che la vivo anche io .. tutto è possibile). Vive a Carrara dai suoi .. va a dormire a casa
    sua a Castelnuovo Magra .. un paese a 30 km di distanza. Credimi queste precisazioni sono importanti.
    Ci conosciamo virtualmente 8 anni fa .. tramite un’amica comune (quella che poi ha capito realmente come lui fosse e ha cercato
    di proteggere me .. troppo tardi) … una semplice amicizia nata su un canale di chat dove si scaricano film. Lui usciva da una storia reale
    con una ragazza di 21 anni (vero perchè l’ho “conosciuta” e successivamente ci siamo parlate). Lui sembrava fantastico … simpatico…
    profondo … intenso e ferito (per lei ha tentato il suicidio .. questo però non si sa se sia vero). Per 2 anni rimane un’amicizia .. fatta di
    notti passate in skype fino alle 4 del mattino .. dove si sentiva tutto quello che accadeva intorno (madre .. padre .. fratello tossico .. ecc)
    .. spesso la madre entrava e gli diceva di non fare tardi (la voce era di una donna anziana) .. ho capito poi che andava a dormire a casa
    sua ed aveva un tragitto da compiere. Nell’arco di questi 2 anni ha avuto vari “infratti” virtuali dai quali io e la mia amica cercavamo di
    proteggerlo visto quello che aveva passato. Dopo 2 anni .. non so dirti come .. quella che era un’amicizia si trasforma in qualcosa di più ..
    il nostro legame diventa più intimo senza che ci sia niente di volgare o rischieste particolari. Ci sentiamo anche per telefono durante il
    giorno mentre lui lavora… in pratica mi porta con se. Parliamo di tutto … lui non entra mai nella sua vita privata .. io gli racconto tutto di me. Tutto questo va avanti per 3 anni.
    Lui si rifiuta di incontrarmi .. dice che ha elevato un muro per proteggersi visto quello che ha passato .. io gli chiedo e gli dimostro che
    deve aver fiducia in me. Intanto scherziamo su “ino” (particolare importantissimo .. si riferisce ovviamente al suo sesso .. e
    scherzosamente lo soprannominava così). Lui mi dice che ha grossi debiti .. che è senza lavoro .. io lo incoraggio ed il lavoro poi lo trova. I
    debiti sono per un mutuo di un terreno che poi ha finito di pagare 3 anni fa. Vorrei aiutarlo ma non so come fare .. quindi per come posso
    gli compro maglioni .. camicie .. ecc… e a lui dico sono soldini che risparmi tu … Lui accetta e mi da l’indirizzo di un amico che ha una
    gioielleria (esiste .. ho visto il negozio e non è lui) … spedisco tutto a lui.
    Finalmente accetta di incontrarmi (dopo 3 anni) … avevo del vecchio oro .. vendo tutto (io non lavoro) e parto con una coppia di amici in
    modo da non essere sola. Da venerdì a lunedì. Venerdì sera mi telefona e mi dice che è stanco .. non è ancora arrivato a casa (erano le
    20,30 e sentivo che era in macchina) … rimango malissimo ma per paura di perderlo (???????) non dico nulla se non che capisco e che ci saremmo visti la sera dopo (Sabato). Alle 22,30 mi manda sms con scritto “birretta?” .. io ero già a letto col magone … mi vesto .. non mi
    trucco e scendo. Quando lo vedo .. che dire .. era come mi ero immaginata .. mi si è aperto il cuore. Passiamo una bellissima serata a parlare (anche di noi .. sua frase “chi ti dice che io non sia innamorato?” “sei sicura che io ti meriti? troppo poco per te”.. e altre frasi tutte
    da decifrare .. ma mai niente di chiaro) .. non succede altro. Mi riaccompagna in albergo alle 2 e mi dice a domani sera. Sabato sera alle
    22 mi manda un sms con scritto ” sono stanco .. ho gli occhi rossi .. mi bruciano un sacco .. vado a nanna” .. Dentro di me scatta una
    molla ma che trattengo … insomma dopo 3 anni .. faccio di tutto per venire da te .. e tu mi dici che hai gli occhi rossi ???? .. invece gli
    rispondo che capisco .. di riposarsi. Dopo 5 minuti però gli scrivo: Stefano non è che non ti sei trovato bene ‘ .. magari non ero quella che
    ti aspettavi .. ci può stare e posso capire ” (ed era vero .. tutto sommato poteva essere)… lui risponde “pirla (ci chiamavamo così
    scherzando) .. è stata una serata fantastica .. non dire cazzate .. sono solo stanco .. ci vediamo domani sera (domenica)”.
    Domenica sera usciamo a mangiare la pizza … l’unica volta … io sto attenta a non fargli spendere molto senza però metterlo in imbarazzo.
    All 1 mi riporta in albergo ci salutiamo con un bacio sulla guancia e ci diamo appuntamento al mese prossimo.
    Dunque va avanti così per 1 anno … Io faccio avanti ed indietro … 60 euro la stanza … 20 per la persona aggiunta … 20 per il viaggio
    andata e ritorno in super economy. Non mangio altrimenti mi costerebbe troppo. Lui non si preoccupa di nulla .. a parte la sera della pizza
    … mi offre 1 gelato … 3 coca cola. Io non chiedo nulla .. so che non può .. e poi credo che stia a lui farlo e non io a chiedere in più è tale la paura di perderlo che gli faccio fare quello che vuole. La terza volta che ci vediamo finalmente ci baciamo come si deve … la quarta
    finiamo a letto. E quì c’è la parte importante … “ino” è realtà. La prima volta per lui è stata difficile (credo sia vero questo) … confessa la sua paura .. io invece non ci faccio caso … è tutto proporzionato e poi lo guardo da donna innamorata. E’ come un bambino di 8 – 10 anni e capisco che le storie le manteneva virtuali perchè questa era la sua vera paura. In realtà poi ci sa fare parecchio e nulla toglie al piacere .. una volta che si è visto accettato non ha più avuto nessuna difficoltà. Forse .. con quello che so ora … mi ha scelta perchè l’unico
    uomo che ho avuto è stato mio marito .. non ho esperienza e questo metteva in vantaggio lui. Ad agosto sono senza soldi … vendo anche uno dei due brillanti che ho. Lui è depresso come al solito quindi vado 2 volte in un mese .. una di queste è il mio compleanno. Quella sera
    … appena salgo in macchina mi dice “non è serata” … non dico nulla ma avrei dovuto scendere e sbattergli la portiera sul muso. Capisco lo stress del debito (lo finirà ad ottobre) e taccio. Giustifico e quando ribatto o non concordo “tu non capisci …”. Successivamente mi fa gli auguri e … niente .. neanche un cioccolatino. Non è che pretendessi qualcosa .. ma sarebbe bastato un pensierino .. un pacchetto di sigarette .. un pasticcino .. nulla.
    Si va avanti così… ad ottobre finisce il mutuo .. non lo sento e gli scrivo per sapere come è andata visto che era preoccupato. Non
    risponde. Aspetto qualche giorno e riscrivo .. in fin dei conti era un percorso che per un tratto avevamo fatto in due .. e mi aveva fatto
    un testone con sto mutuo. Nulla. A quel punto mi incazzo .. ma con calma gli spiego il discorso del percorso .. e che almeno per rispetto
    meritavo una risposta … risponde incazzato .. mi dice che ho sempre fretta .. che se non risponde è perchè non può … (mi fa sentire una
    stalker che non sono .. finisco per sentirmi veramente in colpa .. finisco per pensare che veramente forse non lo capisco .. ma non so che
    altro fare)… perdo la pazienza e gli dico che a sto punto se continua a trattarmi così è inutile che vada giù il mese dopo. Mi risponde che
    è abituato ad essere lasciato … e di fatto la chiude .. chiude la storia. Non c’è verso di spiegarsi .. di sapere di più. Scoprirò dopo che la motivazione era che “gli era scoppiato il palloncino” …. tradotto gli avevo rotto le balle … (pure???? non faceva nulla ed io rompevo ???)
    Gli scrivo di ogni .. gli dico di vergognarsi perchè non gli ho mai chiesto nulla se non il rispetto per quello che anche per me non era facile ..
    che era stato più che capito ma che di capire me non se ne parlava.
    Anno di pausa. Lui non chiama … sparito. Lui dice che non torna indietro. Io accetto anche perchè che posso fare???? .. Gli scrivo ogni
    tanto .. in occasione di feste e compleanno .. non volevo stressarlo … ma avevo paura per lui .. ho creduto alla storia del suicidio .. sono
    stata così attenta a non ferirlo da lasciare che ferisse me. A volte risponde .. altre no. Sempre depresso .. sempre solite risposte “va a
    cazzo” .. “che vita di merda” .. ecc..
    A ferragosto gli faccio gli auguri gli chiedo come va e se sta facendo qualcosa .. come grigliata e quant’altro .. tipico di quella festa. Mi risponde che non ha amici .. che non sta facendo nulla .. che si vede che non vale niente e lì ci casco un’altra volta. Comincio a scherzare

    lo tiro su di morale ..
    Mi manca ovviamente ma capisco che non è lui che mi manca ma l’uomo che mi ha fatto credere che fosse. Mi manca come mi ha fatto sentire…
    La mia amica mi dice .. prova col sesso .. non parlare di amore. A settembre ci scriviamo cazzeggiando un po (sempre io la prima a
    scrivere) e gli faccio la proposta .. accetta.
    Ad ottobre riprende la storia che lui chiuderà a dicembre. Nel frattempo io vendo anche il secondo brillante … trovo un albergo più vicino
    (ho dimenticato l’altro era lontano e la domenica quando ripartivo non c’erano autobus .. non mi ha mai accompagnata alla stazione 1 volta e partivo alle 12,20 … 15 euro di taxi) .. questo albergo mi costa 60 euro .. niente supplemento. Non partecipa a nulla … sa che non mangio … mai una volta che si sia presentato con un cartone di pizza. Io porto pasticcini .. qualche pensierino e per Natale (era novembre) .. compro un vasetto di nutella (lui ne è goloso) da 1,50 piccolissimo con scritto ti amo. Tanto lo sapeva e già glielo avevo detto. Durante l’anno impara a farmi uno squillo ed io lo richiamo .. ho un piano tariffario apposta. Quando gli chiedo perchè non prova a farne uno anche lui .. risposta: a che mi serve?
    Inoltre: mi lascia ferma 5 ore sul treno a 30 km da lui una domenica durante un’alluvione. Frana sul tratto ferroviario. Mi scrive fammi
    sapere quando arrivi a Milano. Stop. La volta successiva ad una mia domanda sul fatto che cavolo non potevo neanche contare su di lui
    se il treno non fosse ripartito .. mi risponde: chi ti dice che non sarei venuto a prenderti?
    A luglio e ad agosto non trovo il treno per tornare a Milano … invece delle 12,20 devo prendere quello delle 18,30. Gli dico .. vabbè così possiamo goderci anche la domenica … mi risponde che la domenica è troppo stressato .. ha mille pensieri .. le tasse da pagare … deve
    riposarsi ecc… Gli rispondo .. cioè invece di essere per te una cosa piacevole .. mi metti sullo stesso piano delle tasse? .. risposta: tu non capisci le tue verità non corrispondono alla realtà.
    A dicembre dovevamo vederci … ma mi dice che le domeniche lavora (vero .. fa manutenzione dei pos) .. gli dico ok facciamo il 3 gennaio
    … Lui : ci sono le feste .. parenti vari uno stress .. Rispondo ok passiamo al 10 gennaio .. risposta .. così tanto tempo? .. giuro che lo
    avrei preso a testate.
    A letto è dolce .. tenero .. attento .. mi guarda sempre negli occhi .. ora so che non guardava me .. ma se stesso.
    Morale: a dicembre non lo sento .. gli scrivo.. non risponde .. aspetto qualche giorno poi lo chiamo. Mi dice ora non posso ti faccio uno
    squillo io domani. Il giorno dopo aspetto … Non chiama. Aspetto un altro giorno e gli scrivo. Gli spiego che capisco che è un periodo di
    stanchezza .. che dicembre è pesante .. capisco che una telefonata richiede tempo .. ma un sms no. La sera varebbe potuto almeno avvisarmi .. per rispetto di una persona che attende te. Gli spiego anche che tutti siamo stressati .. ma questo non vuol dire che trattiamo
    male gli altri. In più gli dico senti Ste ma pensi che per me sia sempre tutto facile? .. io non ho più soldi .. ho messo in vendita anche gli
    orologi che collezionavo .. mi vergogno a dirtelo ma è così. Ho cercato di fartelo capire .. (nelle volte precedenti gli avevo detto ..certo
    che il culotto tu non lo sposti è ? .. e lui se andavo a Firenze da A. – quella di 21anni – perchè non dovrei venire a Milano?). Se
    mettiamo via 2 euro al giorno entrambi ce la facciamo .. da sola non posso più fare tutto. NON L’HO PIU’ SENTITO !!!
    Ho provato con le buone .. con la dolcezza.. con le cattive perchè poi veramente ho sclerato (gli ho detto di ogni .. che mi aveva trattata
    come un buco perchè ero gratis e che adesso gli rimanevano le puttane .. ma quelle si pagano)…
    Gli ho scritto che non contesto la fine della storia .. sapevo che per lui era sesso (ha sempre negato .. ma di amore non ha mai parlato) …
    ma che anche nel sesso esistono delle regole .. esiste il rispetto .. semplicemente non ci sono sentimenti. Lo avevo accettato e mi stava
    bene. Ma sparire così .. senza una parole .. come se fossi niente (infatti è così) è da vigliacchi.
    Insomma tutto questo papiro è la mia storia. Avrei voluto un confronto con lui .. ho ricevuto solo silenzio e questo fa un male bestiale. E’
    anche vero che la prima volta sono stata peggio .. i pensieri di morte sono venuti a me .. ma ha avuto il sopravvento l’amore per i miei figli
    e un po di razionalità che era rimasta.
    Questa volta me l’aspettavo. Quando ho scoperto questa patologia gli ho scritto che ora sapevo chi era anche senza sapere il suo
    cognome .. e gli ho spiegato .. ho concluso dicendogli che lo amavo ma non avevo più nulla da dargli. Ovviamente non ha risposto. Questo
    1 mese fa. L’altro ieri non so cosa mi è preso ho provato a chiamarlo .. ero rabbiosa .. ho scoperto che ha bloccato il mio numero (fa uno
    squillo libero e poi subito occupato). Ho provato una volta sola e mi sono maledetta per averlo fatto.
    E’ sparito .. io cancellata .. eliminata. Vorrei che tornasse ma non perchè lo amo .. ma per affrontarlo e sarà una cosa che non farà mai ..
    scappa.
    Tra le altre cose gli scrissi anche non mi preoccuperò più per te come tu non ti sei mai preoccupato di me.
    La donna forte che sono sempre stata lui l’ha piegata e io gliel’ho permesso. E’ l’unica colpa che mi prendo .. per il resto ho amato.
    Non ci sono altre .. magari virtuali si ma reali difficile .. ha bisogno di tempo. Non è tipo da harem. Cerca amore .. quello che lui non sa
    dare. A volte penso che mi basterebbe che non mi dimenticasse .. ma se ragiono così .. vuol dire non uscirne più. Confusione tanta ..
    tantissima.
    Spero che possa essere utile in qualche modo anche per altre donne.
    Un abbraccio

  64. @@ ha detto:

    Conosciuto attraverso amici comuni, un anno circa di contatti via internet , viene a conoscermi e dopo un mese si trasferisce a casa mia. Gli presento la mia famiglia. Il giorno stesso mi sferra il primo e mai dimenticato “pugno in faccia” Alla fine del pranzo mi esclude completamente e anche fisicamente dalla conversazione con i miei. Mi para letteralmente il culo in faccia e si mette a chiacchierare fittamente e confidenzialmente con mia sorella. La situazione era assai imbarazzante perché non capivo il passaggio dal “Amore della mia vita” al “fuori dalle palle, sei indesiderata e di troppo”. Nel frattempo cercò d’invadere ogni mio spazio. Mi presentava come sua futura moglie e nel giro di qualche mese tutta la mia cerchia fu messa al corrente del nostro futuro matrimonio. (per fortuna non ci siamo sposati) Sono passati 6 mesi dove alternava momenti di affetto a veri e propri attentati alla mia stima e amor proprio. Quando inizia a contestargli comportamenti del tutto contraddittori, non esitò a darmi della visionaria e gelosa. Una cosa ma non l’unica mi allarmò moltissimo: capitò per due volte che senza motivo alcuno mi disse con voce pacata e serena “ti spacco la faccia”. La seconda volta gli mollai un ceffone dicendogli che non si doveva permettere. Rimase imbambolato come un idiota come se cascasse dalle nuvole, come se quella frase minacciosa e violenta fosse una fesseria. Naturalmente andò via dopo 6 mesi d’inferno. Soffrìì ma con la consapevolezza che non volevo affianco un essere così spregevole. Passano altri 6/8 mesi.Ci sentiamo via internet. Stesse modalità attenuate dalla lontananza. Da qualche mese ha deciso che ritornerà nella mia regione (dove ha una casa) abbastanza distante dalla mia. Naturalmente non gli ho mai accennato un invito affinché venisse a stare da me, ma sono stata al gioco. Io da lui mi difendo così, lo “bastono” ogni volta che sgarra. Conosco la sua perversione e sono molto sensibile ai suoi tentativi di stillicidio morale nei confronti della mia persona. Glielo comunico senza mezzi termini e lo faccio scappare. Mi sento forte e ogni suo tentativo di avvicinamento fallisce. Ormai non mi ferisce e riesco perfino a divertirmi. So che genere di persona è lo rispetto ma appena mette un piede in fallo lo rispedisco al mittente. Mi dice che voglio fare la maestrina io gli rispondo che avrei da fare altro che stare a sottolineare le mancanze continue e ripetute nei confronti della mia persona. Amici? si a distanza. Tu a casa tua e io a casa mia :). Non so che farmene di un falso innamorato. Ciao a tutte

  65. @@ ha detto:

    PS: il soggetto in questione bazzica tra Milano e le Marche ogni tanto spera di fare una puntata in Sardegna. 🙂

  66. noemi ha detto:

    Vivo tutto questo anche io… L hi conisciuto 3anni fa e dopo 3settimane ero incinta… Facevamo l amore e lui finiva dentro, quando gli dicevi cosi rimango incinta li sirrudeva qnd gli ducevi ti darocinque figli lui rispondeva ne voglio soli tr.. Dopo di che il nulla il vuote le altre donne e le bitte x me! ancira non riesci a svibcolarmi…. Mia figlia e legatissima a lui… In tre anni abbiamo fatto l amore due vokte! Se mi avvicino o alza le mani o mi fa sentire una merda. Ha provato con l aiuto della sua famiglia a portarmi via mia figlia! Poi pero dice che se non puo stare con lei e x colpa mia. Ogni cosa sempre urla e terrore ed e sempre tutto responsabilita mia. Io non mi sento piu viva! Come metterli con le spalle al nuro? Come uscire da questa situaziobe?

  67. AFRIGIU ha detto:

    Anche io ho incontrato e smascherato un narcisista perverso. La storia per fortuna è durata solo un paio di mesi ed io non me ne sono innamorata. A fatica devo dire….perchè le attenzioni, la dolcezza, le prestazioni sessuali in un momento della mia vita in cui ho dei problemi con il mio partner, avrebbero potuto farmi cadere in trappola. Ma probabilmente ha scoperto le sue carte troppo presto, intendo dire che non rispondere al telefono, o non farsi sentire per giorni, o non mandare neanche un sms se non per risposta, in un primo momento mi ha fatto pensare a qualche mio errore di comportamento ma riflettendo mi sono accorta che mi stava solo manipolando per il suo piacere perverso. Un dettaglio che non riscontro nell’articolo ma che mi ha colpita di lui è l’avversione che ha per il genere femminile con continue denigrazioni soprattutto riguardo l’intelligenza femminile. Mi spiace molto per tutte le donne che ha fatto soffrire e che soffriranno per questo essere immondo. Vorrei che esistesse un modo per mettere in guardia chiunque lo incontri.

  68. admin ha detto:

    Vi prego di pubblicare sul Blog considerazioni serie sulla dipendenza affettiva e non antiche pratiche medioevali senza alcun fondamento scientifico. Se funzionasse recitare una filastrocca per ottenere l’amore di una persona a cui siamo appassionati ne sarebbe dimostrata l’efficacia e verrebbe già utilizzata da ogni persona del mondo.

  69. Paola ha detto:

    In un periodo di fragilità anche lavorativa, mi presentano un’uomo che vuole assolutamente conoscermi. Ci frequentiamo. Tutte le mattine mi accompagna al lavoro. Fa di tutto x conoscere mia figlia e mia madre. Mi chiede di cercare casa per creare una famiglia e dice pure di volermi sposare. Affascinante e pieno di attenzioni. Abita in un quartiere vicino al mio è non si è mai sposato. Passano ancora un paio di mesi dove viviamo il ns. Rapporto solo il fine settimana nell’entroterra del Levante di Genova. Cominciano i primi sospetti, chiedo il motivo a cui non mi ha mai portato a casa sua e naturalmente trova scuse tipo la casa del single. Un pomeriggio vado a trovare un’amica che ha una latteria che vedendomi mi dice che mi deve parlare. Quando abbiamo un secondo di tranquillità mi allunga un biglietto è mi infoema che si tratta di una donna mia conoscenza che è la convivente dell’uomo che sto frequentando. Mi è crollato il mondo addosso. Scuse, richieste di perdono, mille telefonate al giorno. Decido di ascoltarlo e lui si giustifica con la sua paura di perdermi e del bisogno di finire la precedente con una persona squilibrata. passano i mesi e lui diventa scostante e insofferente. Mi dice frasi che mi feriscono 2 volte perché io gli avevo raccontato delle mie fragilità. Una tortura. Tronco la relazione e lui senza piu’ farsi vedere continua a chiamare. Ora ha un’altra e io a volte torno a pensare ai momenti belli e sto male. Tutto ciò che diceva di volere con me lo aveva detto anche a quella con cui viveva. Figlio compreso. Ho valutato che il tempo della sua infatuazione dura poco più di un anno. ( infatuazione e il termine che utilizzava x accusarmi di essere cambiata nei suoi confronti). Ho anche dedotto che facendo il camionista fosse molto probabile che ci fossero altre storie parallele. Naturalmente schivo sul suo passato a parte le avventure e una figlia che ho conosciuto dopo un anno. La precedente sua compagna persino della sua esistenza.
    Ci sono tanti altri fatti che non scrivo per non tediare ulteriormente ma ora, a distanza di 7 mesi sto ancora da cani.

  70. Paola ha detto:

    Flavio bugiardo cronico. Prima il cielo poi l’inferno. Le relazioni che ha avuto, e ne ho certezza, tutte durate poco più di un anno. Stesso modus operandi. Stesso luoghi, stessi ristoranti, stesse frasi e uguali promesse. Sono rimasta schiacciata dalla presa in giro e di aver creduto che finalmente avevo incontrato un uomo.sono certa che facendo come mestiere il camionista, probabilmente ci saranno state relazioni parallele. Attenzione a Genova e entroterra Levante.

  71. alessio ha detto:

    Ho letto le testimonianze di molte donne. Chi scrive e’ un uomo che piu tempo passa e piu si rende conto di aver incontrato e preso in seria considerazione una narcisista psicopatica. dopo la fase di conquista e’ iniziata la devastazione con me e con i miei figli bersaglio delle peggiori offese per la sua folle gelosia ed il suo animo vendicativo. L’aspetto triste e’ che faccio fatica ad uscirne fuori da solo dal momento che ha creato in me una forma di dipendenza che solo ora dopo anni riesco a mettere a fuoco ed a gestire al meglio.

  72. Elisabetta ha detto:

    Penso di aver conosciuto il peggior narcisista perverso.
    Molto curato , palestrato, e all incirca dieci anni più grande di me.
    palermitano che lavora in Calabria nell arma dei carabinieri.
    Quello che non ha fatto per conquistarmi all incirca quattro anni fa…galante, educato, lusinghe, cene, uscite. . . E poi alternava momenti di distacco. .. ed è proprio in questi momenti di distacco che inizia a prenderci mentalmente. .Senza renderci conto finiamo nella loro rete.
    Insomma si scopre che è fidanzato ufficialmente ..quando ormai sei già praticamente innamorata. . Lei sa tutto e ti dice pure il prossimo anno tanto ci sposiamo. ..io ancora più incredula. . Lascio stare tutto. . Me la prendo con lui. .. e con me stessa.. come ho fatto a cadere in questa situazione?insomma lui continua a cercarmi e a dirmi che non ha la forza di lasciarla. . Ma mentre fa questo con
    Me ha anche altre sottomano …cose che si vengono a scoprire. ..e usa la stessa tattica che ha usato con me…
    io quello che non capisco sono i pianti e l insistenza. . Cioè devo considerarlo malato? Tre anni fa quella ha detto che si dovevano sposare il prossimo anno…sono passati tre anni…ancora non si è sposato. .ha continuato sempre a cercarmi , con altre ragazze fa proprio le stesse cose, e continua ad essere fidanzato ufficialmente. Roba da pazzi. Tutta la descrizione del narcisista perverso coincide. Il fatto che torna, che vuole il controllo, che cerca di riconquistare, che vuole ragazze fisicamente e poi si allontana,che vuole il centro Dell attenzione …si sente bellissimo…gli piace apparire. .quando una ragazza lo rifiuta la prende a sfida. Non prova amore per nessuna . Scappate a questi segnali. Scappate.

  73. Elisabetta ha detto:

    Voleva sempre il controllo di me…penso sia stata l unica a trattarlo come si deve…sono forte ma non nego che in qualche modo mi aveva presa e mi stava anche distruggendo. ..quando mi vedeva stare bene si avvicinava..man mano che mi distruggeva si dileguava per poi tornare quando mi vedeva luminosa. ..non sopportava che io stessi così bene senza di lui. . Doveva per forza distruggermi e non si dava pace…ed io questo l ho capito. Questo è il peggior narcisista. . Che vuole mantenere sempre il contatto e non mette fine mai a nessuna delle mille relazioni. .vuole il controllo delle nostre vite..vuole distruggerci. Mi disse anche la colpa non è tua ma di tua madre che ti ha fatta troppo bella.

  74. Stefi ha detto:

    Sto per terminare un rapporto di lavoro in un ufficio il cui titolare ha dimostrato nel tempo caratteristiche che potrebbero inquadrarlo nel profilo del narcicista..Io, arrivata da un lungo periodo di vuoto sentimentale, sono conquistata nell’intimo dall’interesse esagerato che dimostra, sembra effettivamente preso al punto di perdere concentrazione e fare spesso sbagli sul lavoro (cosa non da lui, il perfezionista!).. ma il mio istinto (che difficilmente mi tradisce) mi spinge a rimanere cortese ma ‘bloccata’ nei suoi confronti.Infatti lui evita ogni tipo di dialogo (anche sul lavoro mi ha confinata ad una posizione marginale). Di fatto ho concluso che, prediligendo lui stare anche alcune ore in silenzio assoluto ( quando in ufficio occasionalmente siamo stati completamente soli) ho dato per scontato che si aspettasse da me un primo passo decisivo, tipo dire che ‘ci stavo’ senza troppe storie e stop. A causa di certi suoi atteggiamenti davanti agli altri (osservazioni del tutto gratuite e svalutazione – ma senza parolacce -) io ho avuto delle reazioni forti motivate anche da un certo stress. Dopo mie minacce (date anche dal fatto che io ritenevo indispensabile un certo dialogo ma sono solo riuscita ad inchiodarlo al telefono un paio di volte) ho anche parlato di dimissioni con reazioni disperate (1a volta) e incavolate (2a) da parte sua.Ora scadrà naturalmente questo periodo lavorativo…vorrei sapere dal dottore se è possibile intuire…. una persona simile potrebbe cercarmi ancora? Normalmente in orario extra lavorativo non ci sentivamo… ma ho spesso ricevuto telefonate mute (certo non posso essere sicura che fosse lui) sempre nei giorni in cui ero a casa in ferie.Solo pochi giorni fa ho preso un piccolo permesso per un colloquio di lavoro (il motivo era evidente)… mi dice che non c’è problema… sto per rimanere disoccupata… poi quasi per protesta evita di farsi vedere in ufficio proprio quel giorno e infatti… poi comincia a provocarmi… e mi rinfaccia di essere andata al colloquio. In tutto questo periodo non ha risparmiato: ricerca di contatto fra mani, ricerca sguardo, pianto (anche in ufficio), arrivi imprevisti a sorpresa, sorrisi rapiti, ed altre cose…Sento un senso di possesso ingiustificato… non c’è (per fortuna adesso dico) stato mai nulla fra noi. E’ narcisismo o solo un uomo che davvero soffre eccessivamente perchè si sente rifiutato? Grazie.

  75. kriss ha detto:

    ciao grazia, sto’ leggendo ora le vostre esperienze con un narcisista…. e credimi se ti dico che l essere bipolare non e’ pericoloso. il bipolare tende ad avere cambiamenti d umore in quanto disturbo della personalita’. non fa del male agli altri se non a stesso….. piange si dispera ma non illude nessuno quanto il narcisista.

  76. alessandra ha detto:

    vi racconto la mia storia

  77. vanessa ha detto:

    buongiorno…c”è correlazione tra il narcisista perverso e la perdita della madre in giovane età ?? grz x la risposta…

  78. Grazia ha detto:

    Per Fede…ciao, ho letto il tuo post di marzo 2015…a chi ti riferisci in particolare quando dici che sei stata vittima “dello stesso”? Se posso chiedertelo…

  79. Sarah ha detto:

    Rispondo a Vanessa: credo che ci sia correlazione tra il narcisista perverso e una figura genitoriale discutibile. il mio ex amante sposato narcisista e manipolatore, è figlio di un padre che teme tuttora anche fisicamente. Io ho, a mia volta, un padre anaffettivo, narcisista patologico e sono orfana di madre. Il mio ex ha sempre cercato informazioni su di me, nono siano passati anni ed io abbia una famiglia tutta mia. Recentemente l’ho risentito, ha cercato un approccio sessuale, per vendetta gli ho fatto credere che ero d’accordo (ma non ci penso nemmeno!!!) e lui, nonostante questa “speranza”, ha iniziato ad essere latitante, intermittente: al telefono dice che sono il grande amore della sua vita, poi interrompe bruscamente la telefonata, sparisce per giorni, per poi ricontattarmi come se niente fosse. Facendomi credere che sono io che voglio essere cercata! Non c’è gusto neanche a vendicarsi. Sono dei vampiri emotivi!!

  80. Irene ha detto:

    Io ci ho vissuto insieme per 19 anni, ora sono in attesa della separazione giudiziale. Mi sento rinata

  81. Maura ha detto:

    Lo sbaglio sta ANCHE IN NOI, nel senso che queste persone che non hanno un contenuto morale ma per ragioni patologiche a cui rispondono con scelta del male scelgono persone dipendenti o comunque insicure e si approfittano di questo deficit.
    Certo, non è colpa della derubata, ma stiamo attente a non lasciare le borse aperte con il portafogli in vista! DOBBIAMO CAPIRE CHE PERSONE CHE CI INSULTANO, CI DICONO BUGIE, CI UMILIANO E GRATUITAMENTE, PRENDONO SENZA DARE NIENTE, ETC… VANNO SUBITO ALLONTANATE PERCHE’ DIO CI HA CREATE A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA E SI ASPETTA DA NOI CHE CI FACCIAMO RISPETTARE PERCHE’ LA NOSTRA ESSENZA E’ DI FIGLI DI DIO E NON DI SERVI!

  82. Velba ha detto:

    Secondo me scelgono tra tanti tipi di donne secondo l’uso che ne faranno. Ad esempio quelle donne che hanno disponibilità finanziaria o che li rassicurano che avranno dei previlegi dall’unione. Le donne divengono trofei da esibire. Servono allo scopo di entrare in ambienti di alto livello, per sentirsi ammirati, invidiati, potenti.

  83. Desde ha detto:

    Sono sconvolta… penso proprio sia un narcisista!!! sposato con due figli, benestante, ben vestito, cura della sua persona, di Bologna. Ci conosciamo in chat su un gioco dopo 2 mesi di corte spietata ci incontriamo nasce la passione lui per primo dice di essersi innamorato. Mi fa vivere come una principessa nei nostri incontri poi inizia a scrivermi meno, ovviamente dice di non voler lasciare la moglie per via dei figli da subito e per tutta la nostra relazione durata circa due anni. Detta lui le regole non scrivermi più su FB sul gioco per via del rischio di essere scoperto dalla moglie. Sempre meno ti amo ma la voglia di vedermi c’è sempre. Faceva il geloso e mi sono resa conto di quanto volesse manipolare la mia vita. Ora che sono cotta a puntino mi ha scaricata perché non se la sente più, ma nel frattempo so che chatta con altre donne. Aiuto si salvi chi può… Bisognerebbe creare un database con i nomi di questi uomini. Io sono in terapia ed anche la mia psicologa ha riconosciuto sia un narcisista. Tanti auguri a me.

  84. anna ha detto:

    Ciao a tutte… Sono stata sposata 15 anni con uno così e ho avuto 2 figlie..tradimenti scoperti solo dopo tanto tempo e violenze domestiche..bello ed elegante..un comandante pilota di aereo..e poi la mia fuga con le bambine e la conoscenza con un altro narciso..affascinante,generoso,imprenditore, mi sono risposata sperando nell amore che non avevo mai ricevuto e anche questo violenze psicologiche..mi fa sentire sempre inadeguata..grassa..stupida..sesso veloce e gratificante solo per lui.. Sono stanca. Mi sento scema che ci sono cascata di nuovo ma questa volta ho paura.

  85. teresa ha detto:

    Vi racconto la mia storia l’ho conosciuto 9 anni fa. All’inizio mi piaceva e basta io mi stavo separando e ho inziato a uscire con lui per divagarmi lui frequentava un’altra donna. Poi frequentandolo lui ha smesso di frequentare la persona che vedeva. Stava passando un brutto momento della sua vita l’ho sentito solo triste e pian piano me ne sono innammorata era un uomo che non era stato froturnato problemi con i figli con la ex moglie con il lavoro, l’ho aiuto con amore e dolcezza gli ho dato la mia forza lui è piu grande di me. Ero sempre io a muovermi ti vengo incontro in palestra ti vengo incontro in un bar ti vengo incontro a casa. Pensavo che era per la sua situazione e l’ho sempre assecondato per amore. Dopo un anno di frequentazione scopro con tutto il mio dolore che aveva una specie di tresca con la vicina di casa immaginate come sto tradita ancora dopo una separazione lo lascio lui ritorna da me e io cedo non so stare senza lui lo amo troppo li do fiducia e ritorniamo insieme io allora vivevo per conto mio. Scopro che lui aveva biglietti di escort ma lo attirbuisco al fatto che vive solo e non ha una relazione stabile nella sua casa. Mi dico ci vuole tempo . Dopo altri due anni stessa storia sempre questa tresca con la vicina di casa lo rilascio e chiudo con uno strazio nel cuore lui mi ritorna e io debole e con lui nel cuore ancora fiducia. Cosa dovevo fare? Ho lottato come so fare e ho fatto per tutta la mia vita. Frequentando piu spesso casa sua mi accordo di prevervativi nelle tasche ma lui nega, pc che cercava donnine per incontri vedo biglietti preservativi ancora lo affronto e una storia pazzesca in strada ho avuto paura mai in vita mia una storia cosi pensavo è chiusa per sempre notte infernale poi non so nemmeno io come e cosa la situazione è ripresa. Lui nega tutto. Con lui stavo bene e mi sembrava di avere tutto anche se vedo che c’è da parte sua sempre l’inziativa di decidere lui come e quando avere incontri amorosi era lui che doveva decidere. Per il giorno del mio compleanno davanti a un bicchiere di vino felice per la serata gli chiedo non incontrare piu nessuna come quelle che facevi venire a casa l’inferno Un incontrollabile isterismo incurante delle persone vicine.Alzava la voce strillava. E’ sempre stato freddo con me mai una coccola a letto sempre moltro algido non ama baciare. di pochi complimenti. Sempre ipercritico verso tutti mi sono sempre sentita inadeguata anche perche parla sempre tu non capisci un c… hai un cervello cosi io sono intelligente io so cucinare. Splendido e di compagnia generoso con gli altri a casa è pigro e ama stare sul divano per recuperare le forze manca di progettualita di iniziative di voglia di fare sorprese non ha gesti biglietti Dopo tutto questo periodo non so nemmeno io come sempre per la grande fiducia in lui con una proposta queste sono le chiavi di casa ho iniziato una convivenza carica di aspettative mi dico vedrai che standoli vicini migliora tutto io sapro darli amore dolcezza compensarlo e lui sarà un uomo migliore. Invece eccomi sono passati tre anni il primo anno è andato abbastanza bene sempre offuscato da segnali di suoi tradimenti ma io non ho ceduto ero abbastanza forte anche se poi spesso lui si accorgeva del mio stato che armi aveva se non la battuta o farglielo presente. Lui se n’è sempre fregato le mie parole e le mie lettere niente carta straccia. Comunque il prima anno abbiamo visto gente poi lui ha iniziato a criticarmi tutti i pochi amici che aveva non aveva piacere a uscire con nessuno e io mi sono chiusa in me stessa per lui era importante televisore partite e invitare amici per vedere le partite. Gli ultimi due anni sono stati bruttissimi sempre a sentirmi inadeguata mi sono sentita solo poco amata mi ha criticata in mille cose raccoglievo briciole delle sue attenzioni e me le facevo bastare Mi ha detto e mi dice che sono malata di ansia che gli ho fatto fuoco nella sua vita che si sente sempre osservato da me. Mi ha fatto storie bestiali solo per avergli chiesto dove sei andato o cosa fai oggi ho paura a parlare anche solo a dirgli cosa hai fatto o chi hai visto o con chi hai parlato al telefono. In compenso lui di me vuole sapere tutto. Mi ritrovo che ho il nodo in gola non ho una famiglia dove andare e con cui parlare per il lavoro sono attaccata a lui avendo perso il lavoro mi ha preso nella sua attività E’ successo di nuovo altro biglietto con foto di donnine lui nega tutto dice che sono entrata in ossessione che mi devo prendere delle gocce che non sto bene. Gli ho detto che voglio andare via e lui mi ha risposto e ancora non lo fai. Mi chiedo cosa ci sto a fare conlui lui dice che innamoranto alla nostra esta non esiste io ho 50 anni e mi chiedo che amore sia questo capisco che sono malata e ho paura a stare sola ho paura di tutto ora e soffro a vedere di quello che ha fatto del nostro amore. Leggendo ho capito che lui è un narcisista e ho capito che io sono malata e mi devo distraccare da lui ma come posso fare ? Aiuto

  86. antonella ha detto:

    rassegnatevi io ho superate voi tutte messe insieme 17 anni e ancora ci sono dentro

  87. Ila ha detto:

    Anche io mi sento di lasciare la mia testimonianza: lui sembrava tutto ciò che faceva per me; un uomo interessato, presente, brillante dicesi innamorato, che una ragazza come me l’aspettava da tanto ed avermi trovata era una fortuna. Mi ha riempita subito di attenzioni promettendomi mari e monti. Poi, quando io ho iniziato a provare forti emozioni e ad essere coinvolta, si è allontanato, colpevolizzandomi, trascurandomi e non rispondendo ai miei dubbi, facendomi immensamente soffrire. Tutto ciò in circa tre mesi. Se ero dolce, allora rispondeva ma mi ignorava, centellinava le parole. Se mi arrabbiavo chiudendo per questo comportamento mi insiltava dicendo fossi insopportabile.
    Mi manca molto la persona che ho conosciuto, che mi guardava e mi diceva di aver trovato la donna della sua vita, era così affettuoso, premuroso… Ma senza un motivo apparente ora è completamente diverso, non mi cerca e non dice di voler stare con me, insomma non mi vuole e non mi ama.
    E’ venuto nella mia vita solo per ferirmi, provocarmi e illudermi.
    Non so in cosa spero, mi ha completamente annullata.
    Un bacio a tutte, facciamoci forza.
    Grazie al dottore per l’articolo.

  88. Giulia ha detto:

    Ciò che è stato scritto coincide quasi tutto.
    Se non per il fatto che il mio narcisista (?) non tiene affatto al suo aspetto. Va in giro con una maglietta sbrindellata, sempre la stessa, la tiene per mesi.

    Manipola, quello si, psicologicamente….dolcezza e poi indifferenza. alterna continuamente.
    Sessualmente, non ha problemi di impotenza. Ma è disinteressato, ugualmente. Dice che ”spreca le energie’ e che quindi preferisce di no. ma se glielo chiedo, lui lo fa. non capisco.
    sa essere molto tenero, chiede tenerezza e protezione.
    dice ”ti amo” ma poi conferma di non avere un cuore e di non sentire niente, per nessuno.
    fa la navigazione privata davanti a me, pur sapendo quanto sono gelosa.
    dopo che torna dal lavoro, dice che vorrebbe ammazzare tutti, e che lui è nato per distruggere la felicità delle persone…..e se io gli faccio notare cosa ha detto lui mi risponde :”per te, sono così importanti le parole??? ”
    lui puo dire e fare quello che vuole.
    gli altri, ovviamente, no. se io dico qualcosa che non va….apriti cielo……………

    una volta, mi ha preso per il collo perche non ho fatto bene un esercizio di yoga (lui è ossessionato dallo yoga).
    un’altra volta, mi ha morso la mano, senza motivo….e un’altra volta, mi ha dato una spinta sulla testa perche ho usato la sua matita.

    io non capisco…cos’è , chi è……………

  89. Miria ha detto:

    Ciao a tutte. Io ho incontrato un narciso perverso a giugno 2016. Lui mi ha studiata, ha chiesto ad amici in comune di me, si é presentato offrendomi caffè, con la sua faccia d’angelo. Esternamente é buono a detta di tutti. Con molta tenerezza si avvicina a me. Non cura il suo aspetto probabilmente reduce da depressione o ancora depresso. Iniziamo la relazione concordando di non avere una relazione. Lui mi diceva che ero troppo forte. Il giorno dopo inizia il suo attacco d’amore, sono io la persona giusta, sono perfetta la sua anima gemella. Nel giro di 2 settimane, comincia a dirmi “ti amo” e a parlare di convivenza. Io sono basita. Rimango sulle mie. Istintivamente qualcosa non andava. Lui alternava momenti in cui era umile, altruista, iperattivo, dolce, sensibile tanto da piangere spesso davanti a me; a momenti in cui era freddo calcolatore, ermetico, vuoto, egoista, insensibile a qualsiasi sofferenza altrui. Ma i problemi sono iniziati quando io mi sono lasciata andare e ho iniziato a fidarmi di lui. Ha iniziato a dire a tutti che ero troppo gelosa… E usava amiche per farmi ingelosire, sempre in modo indiretto, così da far risultare me la gelosa ossessiva sbagliata!!! E la cosa é andata sempre più peggiorando, perché io non mi facevo controllare da lui, e allora ha iniziato a dirmi che ero grossa, che non dovevo bere neanche una birra ogni tanto, che dovevo fare quello che diceva lui, che non ero perfetta come lui voleva fisicamente, poi ero uguale all’amica che aveva tradito l’amico suo… Insomma passava da momenti di estremo amore a momenti di cattiveria gratuita e ingiustificata. E nel frattempo aumentava il suo narcisismo, “io sono il meglio del meglio e merito il meglio” , “io sono importante”. “io sono un re”, “tutti mi devono trattare in maniera privilegiata” , “io posso perché ho i soldi “(dei suoi genitori), “anche chiedere i soldi ai miei é un lavoro” ecc ecc. Insomma inconcludente, bisognoso di me perché io gli facevo i complimenti e gli davo amore incondizionato (che lui pretendeva, perché così si ama). Però non ha mai ammesso di aver bisogno di me, lui stava bene da solo.. E mi veniva a cercare. Ha voluto conoscere i miei, e mi ha presentato i suoi a Natale 2016. Tutto perfetto! Poi ha perso il controllo di me, perché io dovevo lavorare e lui non poteva portarmi con se agli orari che voleva, o farmi andare ad appuntamenti per poi andarsene dopo 5 minuti, oppure farmi restare a casa, oppure dirmi che ci sentivamo dopo e poi rimandare ancora … E così di nuovo, dispetti, vendette, non mi risponde, risponde, mi fa credere che sta con tipa .. Mi fa ingelosire ma sempre indirettamente… Poi sente che non ci sto e fa il fidanzato perfetto. Nel frattempo da due mesi ha iniziato sempre di più a insinuare che m’inventavo le cose.. Prima piccole e insignificanti, poi grandi e riguardanti posti e cose fatte insieme. Insomma manipolazione completa, che però nonostante io fossi innamorata di questa persona non era mai riuscita completamente… Nel frattempo l’ultima volta che lo lascio, lui inizia una nuova vita … Ci siamo conosciuti che non beveva, vegano, non ballava, non gli piaceva stare in mezzo a tanta gente, fissato per la cura del corpo… Insomma aveva deciso evidentemente di smettere di fare la recita con me perché tanto non gli riusciva di convincermi e se ci riusciva doveva spendere troppe energie.. Così ha preso ad andare a ballare in discoteca, a bere, a fumare marjuana e chissà che altro… Però non voleva perdere la sua fonte di nutrimento narcisistico… Così dopo quasi 8 mesi, a pranzo insieme, poiché un ragazzo mi avevo fatto dei complimenti, inizia con le sue vendette, io non ero più la sua fidanzata, ma una cosa in mezzo tra la fidanzata e l’amica … E la cosa che ricordo é la sua aria crudele che aveva mentre io lo guardavo con le lacrime agli occhi, aveva l’aria vittoriosa, mi stava piegando, svilendo e umiliando… Però stavolta lo vedevo bene. E per tutti i mesi precedenti l’avevo giustificato in ogni modo per i suoi comportamenti , perché lui era buono .. No sono io la buona, la sensibile, l’altruista… E a questo punto ho chiuso con lui. Ovviamente appena ho capito che é un narcisista perverso glielo scritto, convinta che avendolo scoperto non tornerà mai più ! Ci sto ancora lavorando e credetemi mi manca! Ma penso solo a una cosa: Lui non esiste! É solo un guscio vuoto. E mai più mi userà. E spero non userà nessuno. Io sono di Bari. Lui si chiama L.A.

  90. janet ha detto:

    Fondamentalmente sono successe molte cose. Il mio ragazzo di 8 anni ha rotto con me dopo 8 anni dicendo che non abbiamo futuro insieme. Questo è stato a fine agosto. Ha rotto con me tramite testo e mi ha inviato un messaggio di chiusura, nessuna telefonata o nulla. Anche se lui e io sono dalla stessa cultura, i suoi genitori erano contro di me. Mi avevano mai incontrato prima ma che non volevano che si sposasse me. Lo vogliono avere un matrimonio combinato. In ogni caso, non appena ha lasciato mi sono reso conto che ero incinta, gli ho detto, ma lui ancora non ha fatto uno sforzo, nessuna cura. Tuttavia le persone irrilevanti sono stati coinvolti, le persone gli dicevano come ero indisposto e, infine, nel mese di dicembre mi ha chiamato, ho abortito il mese scorso. Prima di allora, queste persone cosiddette irrilevanti stavano cercando di mettermi nei guai, stavano alimentando lo si trova, ci volevano far rompere in ogni caso, ci trasformando uno contro l’altro. Non sono sicuro se si parla ancora di lui. Dopo la rottura, ho provato a fare la regola nc però mi è durato solo 18 giorni e poi rotto e lui mandato un sms, non ha mai risposto a me una volta e lui mai avuto, avrebbe gridare a me dicendo mai di contattarlo, ha bloccato me per un po ‘troppo. E un mio amico introdurre un uomo di Dio verso di me e mi e-mail l’uomo di Dio mi spiego tutto per lui e lui prega per me per tre giorni e dopo che a dicembre il mio ragazzo si mise in contatto a causa del bambino, ha detto che potrebbe rimanere amici così ho pensato bene. Siamo andati a cena, ha ottenuto così emotivo, ha anche rotto una battuta. Prima del mio compleanno mi ha dato un regalo di compleanno troppo, il mio compleanno è stato nel dicembre troppo. La carta era strano, è stata pensata per essere divertente, non ho trovato divertente, ma piuttosto brutto. Quando ho abortito, ha anche incontrato con me e siamo andati a cena, tutto è andato a posto. Il giorno dopo ho mandato un messaggio dicendo hanno un grande fine settimana e ha anche risposto dicendo grazie per la cena. Dopo che gli ho mandato un testo pochi giorni dopo chiedendo se stava bene e che c’era questo nuovo ristorante a Londra, ho pensato che lo avrei detto su di esso. Ho ricevuto alcuna risposta. Sono il giorno 11 di nessun contatto ora. Solo che non so cosa fare. Ho pensato che siamo stati male. ora siamo sposati viviamo insieme ora e sono happy.I ora sto usando l’occasione per raccomandare l’uomo di Dio per voi se avete problema personale, può essere sul tuo marito e tua moglie o sui tuoi figli o nella vostra problema personale o se avete qualcosa nel vostro cuore che non è chiaro a voi basta chiedere l’uomo di Dio e lui è lì per risolvere qualsiasi vostro problema o la vostra salute è sufficiente contattare l’uomo di Dio, questa è la sua email chamberc564@yahoo.com

  91. tea ha detto:

    e di Torino , vi è mai capitato qualcuno?

  92. sherrie ha detto:

    Avete bisogno di un mago di grande amore per portare indietro il vostro amore o il tuo ex fidanzato o fidanzata? /If Sì e-mail questo grande amore mago a greatmutaba@gmail.com egli aiuterà a risolvere tutti i vostri problemi di relazione…

  93. Dana ha detto:

    Eccomi. Vittima anche io di un narcisista perverso! Lui affascinante e ricco…pieno di se’ e ossessionato dalla sua immagine. 8 mesi di belle parole e promesse. Mi porta a casa sua, mi fa conoscere gli amici….mi chiede di vivere insieme. Alla vigilia della convivenza…mi lascia su WhatsApp. Motivazione ? Ho paura di legarmi e sono combattuto tra il desiderio di liberta’ e te. Io non accetto di essere mollata così e cerco un confronto faccia a faccia. Risultato…….”sei una stalker! Ti denuncio!”. E comincia ad odiarmi profondamente. Praticamente…la pazza sono io. Insomma…dall’amore all’odio in 30 secondi. Non lo vedo da un mese e non lo sento da 10 gg. Sto già frequentando altre persone. So che tornerà prima o poi ( dopo essersi portato a letto il suo solito catalogo di donne ) , ma ormai l’ho smascherato e non ricadro’ nella sua trappola. Però lo aspetto al varco…

  94. Jane WIN ha detto:

    Quando mio marito mi che ero lasciato cuore rotto poi ho contattato greatmutaba@gmail.com mi ha aiutato a lanciare un incantesimo di amore che riportare indietro mio marito

  95. Stefano ha detto:

    Tutte donne vittime..ma sapete che e’ pieno zeppo di narci donne? Io ne ho trovate 3-4 in vita mia..ormai le conosco al volo e non ci sto più male. Se state male vuol dire che dovete tutte lavorare molto su voi stesse e imparare ad amarci di più.

  96. Francesca ha detto:

    Ciao a tutte ho un grosso problema sto con il mio ragazzo da 11 anni e abbiamo una bambina di 6 lui ha sempre avuto il vizio di bere e di trattarmi male mesi fa e successo che ho perso le testa per un uomo lo so ho sbagliato gli ho chiesto scusa mille volte ma lui ci gioca su questa cosa è ogni volta che è bevuto mi insulta di messaggi brutti mi controlla sempre il telefono è ogni scusa e buona per insultarmi oggi mi ha detto di non farmi più vedere neanche la bambina secondo voi meglio lasciarlo stare

Rispondi a Miria Annulla risposta