Un Pò della mia storia professionale

Ho iniziato a lavorare su me stesso a 17 anni. Fino ad allora avevo vissuto un’adolescenza spericolata, ero sempre per strada e mai a casa. Ho viaggiato in tutta Europa, in America, in Africa e in Asia. Ma non avevo mai viaggiato dentro me stesso. Un bel giorno ho vissuto un tremendo attacco di panico; ero davvero io quel ragazzo che di colpo aveva paura di fare persino le scale di casa e si appoggiava ai muri scrostati della cittadina belga di Eupen? Al ritorno in Italia dovetti ammettere di aver bisogno di aiuto, e trovai sulle pagine gialle il nome della persona che poi sarebbe diventata la mia analista.

Ho iniziato il lavoro di formazione personale su me stesso a diciotto anni e sono andato avanti per dieci anni. Nel 1996 ho deciso di iscrivermi alla facoltà di Psicologia nonostante mi fossi appena diplomato come perito in telecomunicazioni. Ma non mi vedevo come ingegnere. D’altronde sin da piccolo avevo una passione viscerale per la medicina: a 11 anni effettuai la mia prima diagnosi psichiatrica ad un parente. all’epoca ovviamente nessun mi prese sul serio, ma dopo 15 anni quella diagnosi risultò corretta!

Così mi trasferii a Roma, e durante il percorso di formazione personale ho potuto lavorare con grandi maestri della Psichiatria, della sociologia e della psicoterapia,cui la mia crescita culturale e professionale è debitrice: Aldo Carotenuto, Nicola Lalli, Vezio Ruggeri, Paolo Cruciani, Giovanni Jervis, il Neuropsicologo Salvatore Maria Aglioti, con cui ho svolto la mia tesi di laurea.

Mi sono laureato in Psicologia ad indirizzo Clinico e di Comunità con 110/110 e lode, e ho iniziato a svolgere la formazione post-lauream da psicologo presso l’Ospedale Grande degli Infermi di Viterbo, nel servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura. Mi sentivo un soldato sbarbatello buttato in trincea! Ho avuto modo, tuttavia, di imparare moltissimo riguardo le patologie più gravi. Ho capito che dietro una malattia psichica c’è una Persona, unica al mondo e con una modalità unica di reagire agli eventi della vita.

Ho svolto uno stage alla Columbia University di New York, sono tornato pochi mesi prima dell’attacco alle torri gemelle. Ho continuato la formazione al servizio di NeuroPsichiatria Infantile della mia città dove ho imparato a lavorare con i bambini.

Dopo l’esame di stato mi sono iscritto all’A.S.P.I.C. di Roma, dove mi specializzato in Psicoterapia Individuale e di gruppo e in Psicologia di Comunità. Un percorso faticoso ma di estremo arricchimento, dove ho avuto la fortuna di fare esperienza con Psicoterapeuti del calibro del Prof. Edoardo Giusti, Claudia Montanari, Donata Francescato e Jack Painter.

Nel 2006 Ho fondato la sez.territoriale di Viterbo e Provincia dell’A.S.P.I.C. (Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Comunità), di cui sono stato, per alcuni anni, presidente. Lavoro inoltre come Psicologo per l’Istituto Tecnico Industriale e per Geometri “Leonardo da Vinci” e per l’istituto Tecnico Commerciale “Paolo Savi” di Viterbo, attività che amo moltissimo perchè mi fa stare a contatto con gli adolescenti, e li affianco in un percorso che conosco molto bene.

Scrivo inoltre come editorialista per il quotidiano “Nuovo Corriere Viterbese”, su una rubrica dal titolo “LiberaMente”.

La mia attività principale è il mio primo amore: la Psicologia Clinica.  Come psicologo e psicoterapeuta ho due studi a Viterbo dove ricevo privatamente.

Lascia un commento