Nov201212

«La depressione si configura come un singolare stato d’animo che costringe la persona in una condizione di prigionia emotiva e di allontanamento dal mondo. La “prigione” è data dall’individuo stesso, dal suo mondo interno che lo inghiottisce ogni giorno di più, dalle tenebre dentro le quali precipita accompagnato solo dalla spiacevole sensazione di non poter più fare ritorno. Non c’è nulla, ma proprio nulla, nella realtà esterna che possa sollecitare l’interesse del depresso, men che mai accendere un barlume di progettualità. Quando sentiamo parlare della cosiddetta “mancanza di interessi” che caratterizzerebbe le persone depresse, non facciamo altro che confrontarci con un banalissimo luogo comune, un buffo eufemismo che riesce a spostare l’attenzione solo sulla punta dell’iceberg. La depressione distrugge gli interessi della persona, li sgretola fino al punto di farli diventare finissima sabbia.

[..]

Gen201213

Dipende dal singolo individuo decidere se può essere utile rivolgersi ad uno specialista oppure no. Però dico sempre che anche un bravo barbiere non può radersi la nuca da solo! Potete svolgere un semplicissimo test on-line per valutare il vostro grado di depressione. Provate a digitare su un motore di ricerca qualsiasi “Depressione Zung”, e troverete facilmente il test on line. Zung non è una parola magica, ma il cognome del ricercatore che anni fa inventò questo semplice test. Se ottenete un punteggio medio, o medio-alto, o peggio ancora elevato, è una buonissima idea richiedere la consulenza di uno psicologo.Rimango sempre stupito del fatto che anche per un leggero mal di pancia ricorriamo immediatamente alle cure del medico di base, e ci spingiamo fino all’ultimo prima di far visita ad uno psicologo quando avvertiamo un disagio psichico.