Mag201720

La memoria è la capacità dell’individuo di ricordare fatti passati, esperienze per poi servirsene per entrare in rapporto con il presente o il futuro. Gli psicologi Atkinson e Shiffrin ritengono che vi siano tre memorie:
• Memoria sensoriale = dura per pochi secondi, percepisce molte informazioni che fanno [..]

Mar201730

L’origine del conformismo risiede spesso nella radice animale dell’essere umano che attinge le sue paure della solitudine fuori dal branco.
È il suo “effetto gregge” che ci coinvolge… un meccanismo di cui spesso diventiamo protagonisti.
L’importante è sapere fino a che punto esso ci può spingere.
I giovani d’oggi lo interpretano come una moralità espressiva che li diversifica dagli schemi comuni…non che faccia loro esprimere cioè che sono, ma ciò che è diverso dal comune.
La diversità, soprattutto per i ragazzi di oggi, rappresenta un ostacolo.
La maggior parte di noi è

[..]

Feb201720

E’ una delle opere di Sigmund Freud, il fondatore della psicoanalisi. Inizialmente al sogno veniva negata l’associazione psichica, questo ci fa capire quanto questa opera fu rivoluzionaria per la psicologia.

Freud individua due piani di lettura per il sogno, funzione atta alla soddisfazione di un desiderio.

IL CONTENUTO MANIFESTO, è la parte del sogno che viene raccontata dal soggetto appena sveglio. Gli elementi che compongono la storia del sogno sono simbolici e devono essere interpretati per dargli un senso logico. Secondo Freud i sogni si formano oscurando i contenuti inconsci così permettendo di arrivare alla coscienza.

I CONTENUTI LATENTI, invece, sono quei contenuti mascherati dagli elementi simbolici.

LE LEGGI CHE REGOLANO I SOGNI
• condensazione = sono gli elementi che nella veglia sono scollegati, ma riuniti in unico elemento nel sogno
• spostamento = è l’attribuzione di un carattere di un elemento ad un altro elemento
• drammatizzazione = i contenuti mascherati (latenti) sono rappresentati nel sogno che racconta il soggetto tramite azioni o situazioni
• simbolizzazione = è un contenuto accettabile nella coscienza che nella realtà è inaccettabile.
• rappresentazione per l’ opposto = ciò che ricordiamo di un sogno (contenuto manifesto) è l’opposto di quello che in realtà è il nostro desiderio (contenuto latente)

TEORIA DEI SOGNI
Secondo Freud il motivo dei sogni sono i nostri desideri inconsci, durante il sonno rafforzano i loro effetti perchè la coscienza è in minore attività. Il sogno (contenuto manifesto) rappresenta la soddisfazione di un desiderio inaccettabile dall’IO, di conseguenza il contenuto latente viene trasformato in modo da non risultare riconoscibile. Secondo lui il sogno è una “realizzazione velata di desideri inibiti”, cioè di desideri che la coscienza non approva e che non vuole che vengano alla luce. Il sogno è il maggior mezzo per conoscere bene se stessi.

CRITICA ALLA TEORIA FREUDIANA DEI SOGNI
Secondo i studi di Allan Hobson i sogni sono creati quando gli impulsi neuronali raggiungono la corteccia celebrale durante il sonno. La corteccia tenta di dare un senso agli input casuali che sta ricevendo, e questa genera i sogni.

123prossimoPagina 1 di 3