Ott201216

L’ASINO E IL CONTADINO
Un giorno l’asino di un contadino cadde in un pozzo. Non si era fatto male, ma non poteva più uscire. Il povero animale continuò a ragliare sonoramente per ore. Il contadino era straziato dai lamenti dell’asino, voleva salvarlo e cercò in tutti i modi di tirarlo fuori ma dopo inutili tentativi, si rassegnò e prese una decisione crudele. Poiché l’asino era ormai molto vecchio e non serviva più a nulla e poiché il pozzo era ormai secco e in qualche modo bisognava chiuderlo, chiese aiuto agli altri contadini del villaggio per ricoprire di terra il pozzo. Il povero asino imprigionato, al rumore delle palate e alle zolle di terra che gli piovevano dal cielo capì le intenzioni degli esseri umani e scoppiò in un pianto irrefrenabile. Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l’asino rimase quieto. Passò del tempo, nessuno aveva il coraggio di guardare nel pozzo mentre continuavano a gettare la terra. Finalmente il contadino guardò nel pozzo e rimase sorpreso per quello che vide, L’asino si scrollava dalla groppa ogni palata di terra che gli buttavano addosso, e ci saliva sopra. Man mano che i contadini gettavano le zolle di terra, saliva sempre di più e si avvicinava al bordo del pozzo. Zolla dopo zolla, gradino dopo gradino l’asino riuscì ad uscire dal pozzo con un balzo e cominciò a trottare felice.

MORALE:
Quando la vita ci affonda in pozzi neri e profondi, il segreto per uscire più forti dal pozzo é scuoterci la terra di dosso e fare un passo verso l’alto. Ognuno dei nostri problemi si trasformerà in un gradino che ci condurrà verso l’uscita. Anche nei momenti più duri e tristi possiamo risollevarci lasciando alle nostre spalle i problemi più grandi, anche se nessuno ci da una mano per aiutarci.

Feb201226

Una buon trattamento di psicoterapia sembra essere più efficace di una vincita alla lotteria o di un sostanziale aumento di stipendio nello spalancare le porte alla felicità. A sostenerlo è uno studio inglese pubblicato sulla rivista Health Economics, Policy and Law.
Un gruppo di ricercatori della Università di Warwick ha preso in esame la situazioni di salute e benessere psicologico di migliaia di persone verificando che un spesa di circa 900 euro per un trattamento psicoterapico è efficace quanto una vincita alla lotteria o un aumento di stipendio pari a circa 28.000 euro per favorire un miglior stato di benessere psicologico. Ragionando in termini economici, la psicoterapia ha quindi un’efficacia circa 32 volte superiore rispetto ai soldi nel favorire la felicità, spiegano gli autori dello studio.
“Spesso l’importanza dei soldi nel sostenere il nostro benessere psicologico è ampiamente sovrastimata nella nostra società” afferma Chris Boyce a capo della ricerca. “Il beneficio di possedere un buon stato di salute mentale è, d’altra parte, non pienamente apprezzato e la gente non realizza che una terapia psicologica può avere un effetto molto efficace nel migliorare il nostro stato di benessere”, spiega il ricercatore. Ben venga, quindi, affidarsi alla dea bendata della fortuna o ambire a un aumento di stipendio a fine anno, senza tuttavia sopravvalutare gli effetti che i soldi potrebbero avere sulla salute del nostro cervello.

Dic201103

Il Drop-out0

Pubblicato in Articoli

Comunemente si pensa che andare dallo psicologo significa prendersi un impegno di anni.
Questo scoraggia chi avrebbe bisogno di una cura, che a volte vi rinuncia per la paura di non poterselo permettere.

In effetti un tempo il cliente medio di uno psicoterapeuta (psicoanalista) era ricco e colto, disposto ad affrontare anni di sedute settimanali per risolvere antichi conflitti fonte di nevrosi.
Ora la psicologia è per tutti, esistono differenti possibilità di
[..]

12prossimoPagina 1 di 2