Feb201720

E’ una delle opere di Sigmund Freud, il fondatore della psicoanalisi. Inizialmente al sogno veniva negata l’associazione psichica, questo ci fa capire quanto questa opera fu rivoluzionaria per la psicologia.

Freud individua due piani di lettura per il sogno, funzione atta alla soddisfazione di un desiderio.

IL CONTENUTO MANIFESTO, è la parte del sogno che viene raccontata dal soggetto appena sveglio. Gli elementi che compongono la storia del sogno sono simbolici e devono essere interpretati per dargli un senso logico. Secondo Freud i sogni si formano oscurando i contenuti inconsci così permettendo di arrivare alla coscienza.

I CONTENUTI LATENTI, invece, sono quei contenuti mascherati dagli elementi simbolici.

LE LEGGI CHE REGOLANO I SOGNI
• condensazione = sono gli elementi che nella veglia sono scollegati, ma riuniti in unico elemento nel sogno
• spostamento = è l’attribuzione di un carattere di un elemento ad un altro elemento
• drammatizzazione = i contenuti mascherati (latenti) sono rappresentati nel sogno che racconta il soggetto tramite azioni o situazioni
• simbolizzazione = è un contenuto accettabile nella coscienza che nella realtà è inaccettabile.
• rappresentazione per l’ opposto = ciò che ricordiamo di un sogno (contenuto manifesto) è l’opposto di quello che in realtà è il nostro desiderio (contenuto latente)

TEORIA DEI SOGNI
Secondo Freud il motivo dei sogni sono i nostri desideri inconsci, durante il sonno rafforzano i loro effetti perchè la coscienza è in minore attività. Il sogno (contenuto manifesto) rappresenta la soddisfazione di un desiderio inaccettabile dall’IO, di conseguenza il contenuto latente viene trasformato in modo da non risultare riconoscibile. Secondo lui il sogno è una “realizzazione velata di desideri inibiti”, cioè di desideri che la coscienza non approva e che non vuole che vengano alla luce. Il sogno è il maggior mezzo per conoscere bene se stessi.

CRITICA ALLA TEORIA FREUDIANA DEI SOGNI
Secondo i studi di Allan Hobson i sogni sono creati quando gli impulsi neuronali raggiungono la corteccia celebrale durante il sonno. La corteccia tenta di dare un senso agli input casuali che sta ricevendo, e questa genera i sogni.

Set201525

Vivere senza rimorsi non è cosa facile. Sono troppe le cose che durante la vita si trasformano in pesanti fardelli creandoci forti sensi di colpa. Quando osserviamo dietro di noi e facciamo un rapido ripasso delle decisioni che abbiamo preso durante la vita, forse ora, riconsiderandole sotto nuovi punti di vista, ci rendiamo conto che ci siamo sbagliati e questo ci causa ansia e, ovviamente, rimorso.

Ad ogni modo, vivere nel passato, auto colpevolizzandoci continuamente per ciò che abbiamo fatto (o per ciò che non abbiamo fatto e dovremmo avere fatto) è qualcosa di tanto inutile quanto la danza per la pioggia.

Fortunatamente è possibile imparare a vivere senza rimorsi. Come? Di seguito vi propongo alcuni semplici consigli abbastanza utili:

[..]

Gen201306

Aree attivate e spente.
Sul lettino modificazioni biologiche simili a quelle dei farmaci.
La risonanza magnetica riabilita gli eredi di Freud: “Una svolta che cambierà il modo di concepire la malattia”.

C’è un uomo che ha paura dei ragni. Ne ha uno davanti. La fotografia del suo cervello mostra che una parte – l’area pre-frontale laterale destra – si attiva, stimolata dalla sua paura. Qualche tempo dopo lo stesso individuo non ha più alcuna reazione. Guarda un ragno, eppure reagisce in modo “normale”, come quello di chi non è assalito da impulsi di terrore. Il cervello è cambiato: la struttura neuronale si è modificata e tutto senza utilizzare alcun farmaco. Soltanto con la psicoterapia. La risonanza magnetica funzionale può dare la misura di una delle “rivoluzioni” che verranno presentate a Torino da oggi a sabato nella 4 giorni del 20° congresso mondiale di medicina psicosomatica.

[..]

1234prossimoPagina 1 di 4