Feb201310

stop smoking for life2Stop Smoking For Life è un metodo innovativo per sconfiggere la dipendenza dalle sigarette;
Si struttura in sei incontri di gruppo condotti da due psicologi formati alla lotta al tabagismo.
Gli incontri durano due ore, eccezion fatta per il primo che ha una durata di tre ore.
il calendario delle sei sessioni segue una particolare cadenza temporale studiata per gestire i momenti critici che la persona incontra nel cessare l’assunzione della nicotina.
Nel giro di un mese si smette di fumare e si impara a gestire l’astinenza tranquillamente.
Ai partecipanti è offerta la possibilità di utilizzare, qualora volessero, la sigaretta elettronica.

Per info e prenotazioni
3288135777 – 3283051918

Lug201219

Pubblico un’illuminante intervista a Giacomo Mangiaracina, che ho avuto la fortuna di avere come insegnante durante i miei studi post-universitari. Mangiaracina è medico, specialista in Salute Pubblica, docente alla facoltà di Medicina e Psicologia, Università Sapienza di Roma.

Presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione.
Direttore Responsabile della Rivista Tabaccologia.

Membro dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.

Dottore, la sigaretta è davvero una droga?
Come si fa a non parlare di dipendenza quando sappiamo che più di un fumatore su due desidera smettere, in genere per motivi di salute, e che meno del 7% di quelli che ci provano senza aiuto, arrivano a superare un anno di astinenza. Ci si dovrebbe semmai meravigliare di come certi fumatori non riconoscano il loro stato di dipendenza. In alcuni casi la negano, ma molti la riconoscono e candidamente l’ammettono.

Solo la Nicotina è responsabile della dipendenza?
No. Una dipendenza è sempre multifattoriale. In quella da Fumo sono importanti le ragioni per cui si fuma. Alcuni fumatori hanno grande difficoltà a smettere perché la sigaretta ha permesso loro di soddisfare alcuni “bisogni” psicologici: comunicare, strutturare il tempo, mascherare un problema, contenere uno stato d’ansia. Vi sono poi altri fattori che contribuiscono a creare dipendenza, come la gestualità, l’abitudine, i modelli sociali e professionali. Ed in più vi è la facilità di accesso al prodotto.

[..]